Il museo su Instagram

Fongri, 1919, prototipo

Fongri “prototipo”, 1919

La Fongri venne costituita a Torino nel 1913 fra i fratelli Grignani, che avevano già esperienze in campo motociclistico, ed il finanziere Fontana che apportò il capitale necessario.

Inizialmente vennero utilizzati motori Jap e Fafnir, ma già nel 1914 fece la sua apparizione un motore Fongri, bicilindrico di 494cc.

La Casa costruiva anche motociclette da corsa su ordinazione, lo stesso Nuvolari ne guidò una al Circuito di Rapallo nel 1923.

Nel primo dopoguerra la Fongri progettò una microvettura dotata di telaio tubolare in acciaio sul quale veniva montato il motore bicilindrico di 577cc che già equipaggiava le moto dell’azienda; anche gli altri componenti meccanici, il cambio a tre marce, la messa in moto a strappo, i freni sulle sole ruote posteriori e la trasmissione a catena, erano di derivazione motociclistica.

Il modello esposto è il prototipo che la Casa tentò di lanciare sul mercato nel 1920.

La carrozzeria ha parafanghi piuttosto particolari per l’epoca, in lamiera di ferro, raccordati da pedane con cassette porta attrezzi.

Il piccolo cofano è in lamiera sottile per non deformarsi con il calore del motore. Il radiatore ha solo una funzione estetica in quanto il motore è raffreddato ad aria.

 

Veicolo
Marca: Fongri
N. Cilindri / Cilindrata: 2/577 cc
Potenza: 6 CV
Velocità: 60 km/h
Lunghezza: 270 cm
Larghezza: 126 cm
Altezza: 150 cm
Anno: 1919
Carrozzeria:
Marca: Fongri
Tipo: Spider