Riconoscimento, Silvia Nicolis nominata socio onorario del Rotary Club Villafranca di Verona

Alla Presidente del Museo Nicolis il titolo che il Club assegna a persone che si siano distinte per l'impegno, la dedizione ed il servizio prestati in favore del proprio territorio

Link al Press Kit Museo Nicolis

Villafranca di Verona, 14 dicembre 2022 «Per gli alti meriti professionali ed imprenditoriali raggiunti che hanno dato lustro alla città di Villafranca di Verona e hanno nobilitato la continuità generazionale con il padre Luciano». Con questa motivazione Silvia Nicolis, Presidente del Museo Nicolis, ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di Socio Onorario del Rotary Club Villafranca di Verona, il titolo che il Club assegna a persone che si siano distinte per l’impegno, la dedizione ed il servizio prestati in favore del proprio territorio.

Il Club di Villafranca ha deciso di nominare Silvia Nicolis Socio Onorario per essersi affermata nel panorama italiano e internazionale per le sue doti imprenditoriali e per l’impegno con cui ha saputo rendere il Museo Nicolis un’impresa culturale all’avanguardia, portando avanti con visione e professionalità, il sogno del padre Luciano Nicolis, già socio del Rotary Club Villafranca per molti anni.

Imprenditrice di talento, Silvia Nicolis ricopre anche diversi ruoli istituzionali: è vice presidente di Museimpresa, l’associazione che fa capo ad Assolombarda e Confindustria per la valorizzazione del patrimonio di storia industriale italiana. È inoltre membro di Giunta di Camera di Commercio Verona con delega al Turismo e componente del Gruppo Tecnico Cultura di Confindustria nazionale. Grazie all’esperienza professionale maturata nel Gruppo Lamacart – storica azienda di famiglia leader globale nel recupero e nella lavorazione della carta da macero in cui tutt’ora opera, ha sviluppato un approccio innovativo alla cultura che le ha permesso di valorizzare la straordinaria collezione e di rendere il Museo un esempio di eccellenza e un punto di riferimento internazionale indiscusso.

L’attribuzione della nomina è avvenuta ieri sera, martedì 13 dicembre, in occasione del Gala natalizio del Club, da parte del Presidente del Rotary Club Villafranca, Carlo Benati: «Silvia Nicolis è stata in grado di coltivare la memoria del papà portando avanti il suo sogno: la creazione di un museo dell’auto, della bicicletta, della moto e dei motori che è unico in Europa e tra i più belli del mondo. Quindi il nostro riconoscimento viene attribuito per la grande capacità e la grande dimostrazione di professionalità e di dedizione al sogno di suo padre e alla sua famiglia».

In tale contesto, Silvia Nicolis oltre ad aver raccontato la sua esperienza imprenditoriale, ha ringraziato il Club: «E’ un grande onore ricevere questo riconoscimento, ringrazio il Rotary Club Villafranca» afferma Nicolis, «da oltre 20 anni mi impegno molto nella promozione culturale e turistica del nostro territorio che ritengo un bene di tutti e per tutti. Villafranca, per esempio, è anche Città dei Motori grazie ad un proficuo lavoro di squadra con le Istituzioni. Il mondo Rotary si basa proprio su questi valori: condivisione, cultura, formazione e sociale, in cui riconosco i nostri”.

Il Nicolis oggi rappresenta infatti un luogo vivo e dinamico; un’impresa che collabora in stretta sinergia con il territorio e promuove un dialogo internazionale, facendosi portavoce della tradizione produttiva italiana e dell’innata vocazione per la ricerca, la tecnica e la bellezza».  

Durante la serata è stato conferito il riconoscimento rotariano “Paul Harris Fellow” al medico chirurgo veronese, dottor Giovanni Donadelli, per il suo generoso impegno professionale ed umano in Italia e nel mondo. Hanno assegnato i titoli il vice presidente del Rotary Club Augusto Federico, l’avvocato Pierangelo Mori Bontempini e il Sindaco di Villafranca Roberto Luca Dall’Oca. Presente anche il Comandante del Terzo Stormo dell’aeronautica militare di Villafranca Col. Paolo Tamburro.

Rotary Club Villafranca

Il Rotary Club Villafranca di Verona nasce nel 1985 su iniziativa di un gruppo di una trentina di professionisti ed imprenditori, venuti a conoscenza delle attività ed ideali rotariani da amici e, tra questi,  in particolare dal dott. Giorgio  Maria Cambié, socio del Rotary Club Peschiera, recentemente scomparso.

Sulla base dell’amicizia tra i soci, il club ha sviluppato la propria attività promuovendo eventi  di carattere culturale e formativo, avendo sempre attenzione ai progetti umanitari, soprattutto nel territorio villafranchese.

Tra i progetti  più importanti realizzati  va ricordato il Ryla Junior, avviato nel 1999 e tuttora operativo con cadenza annuale, dedicato ai ragazzi degli ultimi anni delle scuole superiori di tutta la provincia di Verona. Questi ragazzi, selezionati dalle scuole stesse tra quelli più reattivi, partecipano ad un seminario residenziale di 3-4 giorni il cui obiettivo è sviluppare le qualità di leadership, il senso di responsabilità civica e la crescita personale. Il progetto, dopo i riscontri positivi delle prime edizioni, è stato propagato in tutto il Distretto Rotary del Triveneto.

Ricordiamo infine la partecipazione del Rotary Club Villafranca ai progetti rotariani internazionali, il più importante dei  quali è quello denominato “Polio plus”, che ha come obiettivo l’eradicazione in tutto il mondo della poliomielite tramite la somministrazione sistematica ed universale del vaccino Sabin.

Team Museo Nicolis
press@museonicolis.com

Follow us on  Instagram | Facebook | Twitter | Linkedin  Social board @museonicolis

Nota per la redazione

Tra le più emozionanti e suggestive esposizioni private nel panorama internazionale, il Museo Nicolis di Verona narra la storia della tecnologia e del design del XX secolo. Il riconoscimento dell’eccellenza gli deriva oggi dall’attribuzione del più ambito e prestigioso premio nel panorama mondiale dell’auto classica: Museum of the Year  a The Historic Motoring Awards a Londra e del Ruoteclassiche “Best in  Classic – Museo dell’Anno”, il gran galà del motorismo storico più ambito nel panorama dell’automobilismo.

Ulteriore testimonianza del valore delle sue collezioni viene sancito con l’entrata di Villafranca nel circuito Città dei Motori, la rete che unisce i 27 Comuni italiani, che propongono il meglio del nostro Paese in questo campo assieme a brand internazionali come Pagani, Lamborghini, Ferrari, con cui collaboriamo attivamente.

La nascita del Museo si deve alla grande passione di Luciano Nicolis. La storia di una vita che ha trovato la sua collocazione in uno spazio espositivo di 6000 mq nel duemila, anno della sua inaugurazione. I suoi capolavori sono stati suddivisi in dieci diverse collezioni con l’obiettivo di costruire un percorso organico, professionalmente qualificato e strutturato per soddisfare il visitatore più esigente.

Il patrimonio delle collezioni è di grande spessore e rappresenta una realtà esclusiva: oltre 200 auto d’epoca, 110 biciclette, 100 motociclette, 500 macchine fotografiche, 100 strumenti musicali, 100 macchine per scrivere, aeronautica, oltre 100 volanti delle sofisticate monoposto di Formula 1 e innumerevoli opere dell’ingegno umano esposte secondo itinerari antologici, storici e stilistici. Un percorso nella storia del Novecento fra storie, stili di vita, sport e miti nei diversi periodi storici. L’opportunità di conoscere i nostri tesori che compongono le dieci prestigiose collezioni: ore speciali per ricaricarsi, pronti a tornare alle occupazioni quotidiane con un’esperienza unica nel proprio bagaglio.  Impossibile non rimanere sorpresi e affascinati da oggetti e opere d’arte che l’ingegno dell’uomo ha saputo creare.

Non è un caso che il Museo Nicolis rappresenti un “unicum” nel suo genere e venga indicato come emblematico della moderna cultura d’impresa.  Concetti di “raccolta e riutilizzo” che hanno guidato la crescita del Gruppo Lamacart, sono gli stessi che hanno alimentato la passione di Luciano per il collezionismo, consentendogli di percepire il pregio di raffinati prodotti al momento dimenticati e ritenuti senza valore.

Il talento del suo Fondatore spiega solo in parte il successo del Museo Nicolis; alla base della sua affermazione c’è la gestione imprenditoriale della struttura affidata a Silvia Nicolis, presidente del Museo e figlia di Luciano, che ha puntato sulla promozione della cultura, sul turismo e sulla valorizzazione del territorio, esprimendo appieno la propria vocazione imprenditoriale. Silvia Nicolis ricopre il ruolo di vice presidente di Museimpresa, l’associazione che fa capo ad Assolombarda e Confindustria per la valorizzazione del patrimonio di storia industriale italiana. È inoltre membro di Giunta di Camera di Commercio Verona con delega al Turismo e componente del Gruppo Tecnico Cultura di Confindustria nazionale.

Dove:                      Museo Nicolis | Villafranca di Verona | Viale Postumia, 71
Quando:                Dal martedì alla domenica, dalle 10:00 alle 18:00 continuato. Chiuso il lunedì.
Contatti:               info@museonicolis.com tel +39 045 6303289 –  6304959 fax +39 045 7979493
Tariffe:                   INTERO €14 | RIDOTTO € 12 | BAMBINI 6-10 ANNI € 6 | 0-5 ANNI OMAGGIO  Link al Listino

*L’apertura del Museo Nicolis è subordinata al rispetto delle attuali normative Covid-19.

 

 

Il museo su Instagram