Galleria: " Premio, Ruoteclassiche “Best in Classic 2021, Museo dell’Anno”. "

Torna indietro
Torna indietro
Condividi con
  • Il museo su Instagram

    Premio, Ruoteclassiche “Best in Classic 2021, Museo dell’Anno”.

    Il Museo Nicolis trionfa a Ruoteclassiche “Best in Classic 2021” nella categoria “Museo dell’Anno”.

    Il più prestigioso gran galà del motorismo in Italia.

    Villafranca di Verona 2  ottore 2021 – Dopo aver vinto l’ambitissimo premio “Museum of the Year” agli Historic Motoring Awards di Londra nel 2018, la storia si ripete in Italia.

    Si è tenuto a Milano, Rho Fiera “Ruoteclassiche – Best in Classic” il gran galà del motorismo storico più prestigioso nel panorama dell’automobilismo. In questa cornice è stato assegnato al Museo Nicolis il Premio “Best in Classic 2021 – Museo dell’Anno”.  La serata  è stata presentata da Tiberio Timperi, noto volto televisivo e dalla giornalista sportiva Federica Masolin.

    Per il mondo del motorismo storico internazionale è un riconoscimento straordinario che colloca, a pieno titolo, il Museo Nicolis nel Gotha delle istituzioni culturali del settore.

    Il Premio Ruoteclassiche, realizzato in collaborazione con ACI Storico, Eberhard & Co e Sparco,  racconta storie di persone, spiega i fatti, mette in luce realtà, eventi e i veicoli classici che hanno contribuito alla crescita sociale, culturale ed economica di questo settore. E’ un riconoscimento di grande prestigio, volto a identificare, valorizzare e sostenere i migliori lavori, i club più attivi, le donne e gli uomini e i progetti importanti che si sono distinti nel corso dell’ultimo anno.

    “Sono onorata di ricevere un riconoscimento così ambito, è un grande orgoglio rappresentare il mondo dei musei e del motorismo storico” afferma Silvia Nicolis Presidente dell’omonimo Museo “il sapere, la conoscenza, la formazione di un Paese passano necessariamente dalla cultura e sono particolarmente felice che sia stato riconosciuto anche il nostro valore integrato all’economia, allo sviluppo ed alla crescita del territorio. E’ un risultato frutto della determinazione e della professionalità di tutto il mio team che ringranzio”. 

    Una Giuria di altissimo livello ha selezionato finalisti e vincitori, questa la motivazione per il Museo Nicolis:

    Si definisce “un contenitore di cultura e di idee”  e da oltre vent’anni è un punto di riferimento tra i musei privati, perfettamente integrato nell’economia del territorio, nonché promotore della cultura dell’automobile e dei mezzi di trasporto. È anche un esempio di istituzione culturale non convenzionale che promuove conoscenza e innovazione senza perdere di vista obiettivi di crescita e sviluppo.

    L’arduo compito di valutare le eccellenze italiane è passato da 12 dei nomi più importanti dell’automobilismo nazionale come quello di David Giudici, direttore di Ruoteclassiche, affiancato da Miki Biasion (campione mondiale rally), Carlo Ludovico Borromeo (car designer, BorromeodeSilva e Garage Italia), Himara Bottini (esperta di gare di regolarità classica e media), Carlo Cavicchi (scrittore, giornalista, ex pilota rally), Savina Confaloni (giornalista, conduttrice, autrice televisiva), Rodolfo Gaffino Rossi (storico direttore del MAUTO), Antonio Ghini (esperto di automobili e comunicazione, The Classic Car Trust, The Key),  Corrado Lopresto (il più noto collezionista italiano nel mondo), Marcello Mereu (esperto haute detailer), Mario Peserico (AD Eberhard Italia) e Angelo Sticchi Damiani (Presidente ACI Italia).

    Silvia Nicolis, figlia del fondatore, coadiuvata da un team giovane e professionale, ha impresso una svolta innovatrice, una visione che valorizza ed estende la rappresentazione museale. Un percorso che, grazie alla varietà dei materiali, include mostre tematiche a significativa impronta umanistica e culturale. Un patrimonio unico per la latitudine dei temi trattati, ricco di spunti che spaziano dalla meccanica al design e all’artigianato, sino alla storia della società, della moda, del cinema e dell’arte.

    L’originale ricchezza della proposta espositiva afferma il Museo Nicolis come centro di relazioni globali, nella naturale vocazione di diffondere e promuovere l’amore per la tecnica e la meccanica in ogni sua forma.

    Non ci resta che invitare tutti gli appassionati al Museo Nicolis che riaprirà al pubblico sabato 16 ottobre per essere fruibile, senza prenotazione, dal Venerdì alla Domenica dalle 10 alle 18.
    Nei restanti giorni sarà possibile richiedere l’apertura su prenotazione per visite guidate ed eventi privati.

    Silvia Nicolis e il Team del Museo Nicolis
    press@museonicolis.com

    Follow us on  Instagram | Facebook | Twitter | Linkedin  Social board @museonicolis

    I PREMIATI

    Auto Classica dell’Anno (premiata da Corrado Lopresto) – Lamborghini Countach #001 

    Youngtimer dell’anno (premiata da Marcello Mereu) – Porsche 911 Carrera RS Clubsport

    Sostenitore del settore dell’anno (premiato da Antonio Ghini) – Fritz Kaiser

    Personaggio dell’anno (premiato da Mario Peserico) – al MAESTRO Dino Cognolato

    Club dell’anno (premiato da David Giudici) – CPAE (Club Piacentino Automotoveicoli d’Epoca), al suo presidente Achille Gerli, a tutto il consiglio direttivo e alla sua storica voce quella di Gaetano Derosa 

    Pubblicazione dell’anno (premiata da Carlo Cavicchi) – Il Giovane Giorgetto di Giosuè Boetto Cohen

    Restauro dell’Anno (premiato da Carlo Di Giusto) – Maserati 300 S

    Specialista dell’anno (premiato da Miki Biasion) – Fratelli Rossi Pneumatici

    Evento dell’Anno (premiato da Savina Confaloni) – Auto e Moto d’Epoca Padova 2020

    Gara dell’Anno (premiata da Angelo Sticchi Damiani) – 1000 MIGLIA 2020

    Giovane talento dell’Anno (premiato da Carlo Ludovico Borromeo) – Duccio Lopresto

    Museo/Collezione dell’Anno (premiato da Himara Bottini) – Museo Nicolis, dell’auto della tecnica della meccanica.

    Note per la redazione

    Tra le più emozionanti e suggestive esposizioni private nel panorama internazionale, il Museo Nicolis di Verona narra la storia della tecnologia e del design del XX secolo. Il riconoscimento dell’eccellenza gli deriva oggi dall’attribuzione del più ambito e prestigioso premio nel panorama mondiale dell’auto classica: Museum of the Year  a The Historic Motoring Awards a Londra.

    Ulteriore testimonianza del valore delle sue collezioni viene sancito con l’entrata di Villafranca nel circuito Città dei Motori, la rete che unisce i 27 Comuni italiani, che propongono il meglio del nostro Paese in questo campo assieme a brand internazionali come Pagani, Lamborghini, Ferrari, con cui collaboriamo attivamente.

    La nascita del Museo si deve alla grande passione di Luciano Nicolis. La storia di una vita che ha trovato la sua collocazione in uno spazio espositivo di 6000 mq nel duemila, anno della sua inaugurazione. I suoi capolavori sono stati suddivisi in dieci diverse collezioni con l’obiettivo di costruire un percorso organico, professionalmente qualificato e strutturato per soddisfare il visitatore più esigente.

    Il patrimonio delle collezioni è di grande spessore e rappresenta una realtà esclusiva: oltre 200 auto d’epoca, 110 biciclette, 100 motociclette, 500 macchine fotografiche, 100 strumenti musicali, 100 macchine per scrivere, aeronautica, oltre 100 volanti delle sofisticate monoposto di Formula 1 e innumerevoli opere dell’ingegno umano esposte secondo itinerari antologici, storici e stilistici.

    Un percorso nella storia del Novecento fra storie, stili di vita, sport e miti nei diversi periodi storici.
    L’opportunità di conoscere i nostri tesori che compongono le dieci prestigiose collezioni: ore speciali per ricaricarsi, pronti a tornare alle occupazioni quotidiane con un’esperienza unica nel proprio bagaglio.

    Impossibile non rimanere sorpresi e affascinati da oggetti e opere d’arte che l’ingegno dell’uomo ha saputo creare.

    Non è un caso che il Museo Nicolis rappresenti un “unicum” nel suo genere e venga indicato come emblematico della moderna cultura d’impresa.  Concetti di “raccolta e riutilizzo” che hanno guidato la crescita del Gruppo Lamacart, sono gli stessi che hanno alimentato la passione di Luciano per il collezionismo, consentendogli di percepire il pregio di raffinati prodotti al momento dimenticati e ritenuti senza valore.

    Il talento del suo Fondatore spiega solo in parte il successo del Museo Nicolis; alla base della sua affermazione c’è la gestione imprenditoriale della struttura affidata a Silvia Nicolis, presidente del Museo e figlia di Luciano, che ha puntato sulla promozione della cultura, sul turismo e sulla valorizzazione del territorio, esprimendo appieno la propria vocazione imprenditoriale.

    Silvia Nicolis ricopre il ruolo di vice presidente di Museimpresa, l’associazione che fa capo ad Assolombarda e Confindustria per la valorizzazione del patrimonio di storia industriale italiana. È inoltre membro di Giunta di Camera di Commercio Verona con delega al Turismo e componente del Gruppo Tecnico Cultura di Confindustria nazionale.

    Dove:
    Museo Nicolis | Villafranca di Verona | Viale Postumia, 71

    Quando:
    Riservato in esclusiva per l’Evento Skoda dal 27 settembre al 15 ottobre.
    Riapre al pubblico da sabato 16 ottobre*.

    Contatti:             
    info@museonicolis.com tel +39 045 6303289 –  6304959 fax +39 045 7979493

    Tariffe:
    INTERO €14 | RIDOTTO € 12 | BAMBINI 6-10 ANNI € 6 | 0-5 ANNI OMAGGIO  Link al Listino