Museo Nicolis & VCC Enrico Bernardi presentano: TRE, DUE, UNO, VIA: IL FASCINO DELLE CORSE

Mercoledì 2 Ottobre ore 21.00, ingresso gratuito: In vista della Stallavena-Bosco Chiesanuova di domenica 13 ottobre il giornalista e scrittore Danilo Castellarin scalderà i nostri cuori con filmati e racconti

In vista della Stallavena-Bosco Chiesanuova di domenica 13 ottobre il giornalista e scrittore Danilo Castellarin scalderà i nostri cuori con filmati e racconti.

7072

Villafranca 25 Settembre, Il Veteran Car Club E. Bernardi e il Museo Nicolis aprono nuovamente le porte a tutti gli appassionati di motorismo, per la seconda serata tematica del 2013, dal titolo “Tre, due, uno via: Il fascino delle corse”.
La novità consiste in una serie di inziative fortemente volute dal Presidente del Club e del Museo, Silvia Nicolis, con l’obiettivo di creare occasioni di incontro e condivisione per i cittadini del territorio.

Dopo il successo della serata dedicata alla storia e al restauro della Vespa,  e quella dedicata alle Novità del Codice della Strada per automobilisti e possessori di auto storiche, il prossimo mercoledi 2 ottobre nella sala congressi del Museo Nicolis di Villafranca, Danilo Castellarin commenterà con passione rari filmati sulle corse automobilistiche del Novecento, quando auto e piloti accendevano emozioni profonde.

Negli anni Sessanta a Verona un evento sportivo molto atteso era la corsa in salita più veloce d’Europa, la Stallavena-Boscochiesanuova, capace di richiamare sulle colline della Valpantena e della Lessinia più di 150 mila persone provenienti da diverse regioni italiane.

La serata, aperta al pubblico, sarà una vetrina suggestiva di ricordi ma al tempo stesso un modo originale e coinvolgente per presentare la rievocazione della competizione Stallavena-Bosco Chiesanuova che il Veteran Car Club Bernardi organizzerà domenica 13 ottobre 2013.

L’ingresso alla serata tematica del 2 ottobre sarà libero e aperto a tutti. Il team del Museo Nicolis, sarà disponibile per tutta la durata dell’incontro.

Il museo su Instagram