Sponsor
Amici del Museo

Garelli, 1948, Mosquito

Garelli Mosquito su Umberto Dei  –  1948 –  Italia 

Il Garelli Mosquito è un propulsore ausiliario per biciclette prodotto dalla casa motociclistica milanese Garelli dal 1946 al 1960. Costruito in circa 2 milioni di esemplari, è stato il più diffuso, di questo tipo, in Europa.

Questa bici Umberto Dei è dotata di motore ausiliario Mosquito Garelli, cosa abbastanza comune nel II° dopoguerra. Infatti alla fine della II° Guerra Mondiale la Dei riprese la produzione di ciclomotori e motoleggere: per i primi utilizzò il motore Mosquito della Garelli e per la seconda il motore Sachs a 2 tempi di 150 cc, con cambio a 4 velocità.

“Il motorino ausiliario MOSQUITO è stato studiato e costruito per motorizzare la bicicletta in maniera semplice, economica, elegante e soprattutto pratica, alla portata di tutti i ciclisti. Il motorino non causa al ciclista alcun fastidio, non è ingombrante, non altera minimamente la bicicletta. Può rendere un servizio veramente prezioso, tanto più prezioso quanto più il ciclista si renderà conto che il suo veicolo rimarrà sempre una bicicletta. Per il montaggio, l’esercizio e la manutenzione è sufficiente l’osservanza delle poche norme che seguono. Il ciclista ricordi infine che il motore – in caso di arresto, che il più delle volte si verifica per cause banali (ad esempio esaurimento del carburante) – può essere disinnestato con la massima facilità, lasciando la bicicletta assolutamente libera e sciolta, senza il minimo attrito supplementare.” Fonte: “Mosquito – Istruzioni per l’uso”, 1950.

MO018

 

Veicolo
Marca: Garelli
Modello: Mosquito
Motore: Garelli
N. Cilindri / Cilindrata: 1 / 38,5 cc
Velocità: 32 km/h