Concorso Internazionale di Eleganza “Poltu Quatu Classic”. Il Museo Nicolis sbarca in Costa Smeralda con la BUGATTI tipo 49 del 1931.

La Costa Smeralda si appresta ad ospitare la seconda edizione del Concorso di Eleganza Poltu Quatu Classic che anche quest’anno, dal 9 al 12 luglio, porterà al lussuoso resort di Arzachena 25 vetture d’epoca mozzafiato, selezionate fra i più importanti collezionisti d’auto di tutto il mondo e pronte a “competere” per aggiudicarsi il trofeo “Best in Show”, il vincitore riceverà un prezioso orologio da polso offerto da Trussardi.

Il Museo Nicolis sbarca in Costa Smeralda al prestigioso Concorso di Eleganza “Poltu Quatu Classic” con la BUGATTI tipo 49 del 1931

Villafranca, luglio 2015 – La Costa Smeralda si appresta ad ospitare la seconda edizione del Concorso di Eleganza Poltu Quatu Classic che anche quest’anno, dal 9 al 12 luglio, porterà al lussuoso resort di Arzachena 25 vetture d’epoca mozzafiato, selezionate fra i più importanti collezionisti d’auto di tutto il mondo e pronte a “competere” per aggiudicarsi il trofeo “Best in Show”, il vincitore riceverà un prezioso orologio da polso offerto da Trussardi.
Forte del successo registrato nella prima edizione, il Poltu Quatu Classic si preannuncia anche quest’anno come uno degli eventi più glamour ed esclusivi dell’estate, capace di attrarre non solo il jet set ma anche i massimi esperti di motorismo internazionale con un mix irresistibile di bellezze naturali, auto d’epoca esclusive, sfilate di moda, eccellenze gastronomiche.
Una occasione imperdibile per il Museo Nicolis di Villafranca-Verona che partecipa ai più importanti concorsi italiani e internazionali con i gioielli più rappresentativi della propria collezione di 200 auto d’epoca. Per il Poltu Quatu 2015 è stata selezionata (dal noto collezionista Corrado Lopresto, che ha curato la selezione delle auto partecipanti) la Bugatti Tipo 49 del 1931, una vettura che ha segnato in modo indelebile la storia del motorismo italiano.
La blasonata giuria internazionale dovrà valutare, secondo parametri rigorosi e consolidati, l’eleganza di questa vettura, presentata al Salone di Parigi nel 1930 e ritenuta l’ultima Bugatti progettata dal grande Ettore Bugatti che poi lasciò le redini dell’azienda al figlio Jean.
Erede della “Tipo 44”, la Tipo 49 ha il motore con albero a camme in testa, tre valvole per cilindro e la doppia accensione. Le particolari ruote in alluminio hanno il tamburo dei freni incorporato. Classica Bugatti da turismo, la Tipo 49 venne realizzata con diversi tipi di carrozzeria (berlina, convertibile, coupé) progettate sia dallo stesso Bugatti, sia dai più prestigiosi carrozzieri dell’epoca.

Le caratteristiche tecniche sottolineano il formidabile carattere di questa vettura tipo Roadster, prodotta in soli 475 esemplari, raffinata e bellissima ma anche capace di notevoli prestazioni: 8 cilindri in linea con 3300 cc; 85 CV a 4000 giri/mn; velocitò di 130 km/h.
Al volante di questo autentico “mito a quattroruote”, sintesi della creatività italiana, la Presidente del Museo Silvia Nicolis che partecipa alla manifestazione di Poltu Quatu non solo con una delle sue vetture più spettacolari, ma anche con uno dei marchi più amati dal padre Luciano Nicolis, fondatore del Museo.
La Bugatti Tipo 49 presenta molti particolari che rivelano, ancora una volta, il “fiuto” da grande collezionista di Luciano Nicolis, la sua passione per la meccanica e per il recupero in tutte le sue forme, una passione che gli consentiva di scovare degli autentici “gioielli a quattro ruote”anche là dove altri vedevano solo rottami!

Per informazioni
www.poltuquatu.com/evento/poltu-quatu-classic-2015

Condividi con
  • Il museo su Instagram