Premio Internazionale “Profilo Donna 2015” assegnato a Silvia Nicolis

Il riconoscimento all’imprenditrice veronese per l’attività di valorizzazione culturale del territorio.

Il riconoscimento all’imprenditrice veronese per l’attività di valorizzazione culturale del territorio.

Villafranca, 29 giugno – Silvia Nicolis, imprenditrice veronese e Presidente del Museo Nicolis di Verona, ha ricevuto il Premio Internazionale “Profilo Donna 2015”, ideato dalla giornalista modenese Cristina Bicciocchi e promosso dal Comune di Formigine. Giunto alla 26° edizione ha visto come madrina d’eccezione Clarissa Burt. “ Sono felice di ricevere questo premio che sottolinea il crescente ruolo delle donne in tutti i settori della Società Civile. E sono onorata di condividerlo con illustri “colleghe” perché è un riconoscimento pubblico all’impegno quotidiano, all’azione, al pensiero positivo, alla volontà di fare qualcosa di buono e di utile per la nostra società e per il nostro Paese” commenta Silvia Nicolis.

Il Premio è stato attribuito quest’anno a 10 donne italiane e straniere che si sono contraddistinte per la loro attività professionale con l’impegno concreto in vari settori. Le premiate, Barbara Stefanelli, Vicedirettore del Corriere della Sera, Cinzia Th Torrini, regista e sceneggiatrice, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Presidente dell’omonima Fondazione, Linda Laura Sabbadini, Direttore del Dipartimento Statistiche Sociali e Ambientali ISTAT, Wilma Parmeggiani, stilista Pelletterie Parmeggiani, Clelia Barini, Medico Chirurgo, esperta di medicina Estetica e Scienza dell’Alimentazione e Biancamaria Caringi Lucibelli, Presidente Galà delle Margherite.

Edizione molto speciale quella di quest’anno, in omaggio a Expo 2015 e a un inedito gemellaggio con gli USA che ha consentito di premiare anche due autorevoli esponenti della business community americana, l’esperta di finanza Sharon Lecther, esperta di finanza e autrice del besteller “Think and Grow Rich for Women” e l’imprenditrice californiana Allyn Reid.

Il crescente ruolo delle donne nella società contemporanea è il filo conduttore che ha animato il Premio e caratterizzato i diversi incontri istituzionali che si sono tenuti il 26 giugno a Formigine.

Silvia Nicolis ha ricevuto l’onorificenza dalla Giuria del Premio per il ruolo che svolge quotidianamente come imprenditrice internazionale nell’ambito della cultura. Alla guida del Museo Nicolis sin dalla sua apertura, nel 2000, Silvia Nicolis ne ha promosso lo sviluppo attraverso una gestione attiva, dinamica e creativa che ha caratterizzato il Nicolis come un solido esempio di Museo-Impresa e lo ha fatto diventare uno dei principali punti di riferimento culturale e di attrazione del nostro Paese.

Il Nicolis di Villafranca, visitato ogni anno da diecine di migliaia di turisti italiani e stranieri, è stato definito un “contenitore di meraviglie“ e custodisce ben 8 collezioni. Non solo 200 auto d’epoca e bolidi esclusivi, ma anche 105 moto, 120 biciclette (dalla Draisina del 1800 alle due ruote dei campioni), 500 macchine fotografiche, 120 strumenti musicali di varie epoche, 100 macchine per scrivere, una rara collezione di volanti di F1, uno spazio Vintage dove è possibile acquistare accessori da viaggio d’epoca. E, per finire, un ricchissimo archivio storico con biblioteca, un Centro Congressi e un Bookshop fra i più forniti del Nord Italia su tutto quanto attiene al mondo dei motori.
Grazie all’attività del Centro Congressi, il Museo ha sviluppato solide relazioni con le principali istituzioni e con la Business Community; collabora attivamente con il mondo dei media e dello spettacolo ed è promotore di innumerevoli iniziative didattiche e formative per la Scuola. Le attività, soprattutto nel settore delle auto d’epoca, hanno impresso una forte accelerazione al processo di internazionalizzazione del Museo e registrano un crescente coinvolgimento nei più prestigiosi incontri internazionali del motorismo storico.

Silvia Nicolis ricopre inoltre, oggi come in passato, importanti incarichi istituzionali fra cui: Membro della Giunta della Camera di Commercio Verona per il settore industria; nel consiglio di Unioncamere Veneto; in Confindustria Verona si occupa di Marketing e Relazioni Associative; Vicepresidente di Museimpresa, l’associazione che fa capo ad Assolombarda e Confindustria per la valorizzazione del patrimonio storico industriale italiano.

Condividi con
  • Il museo su Instagram