Alfa Romeo, 1931, 6C 1750 GTC

Alfa Romeo “6C 1750 GTC”, Castagna, 1931.

La 6C 1750 è stata la vettura che ha posto il marchio Alfa Romeo nell’Olimpo dei produttori sportivi. Questo fortunato progetto di Vittorio Jano consentì all’Alfa Romeo di vincere le edizioni del 1928, 1929 e 1930 della Mille Miglia.

La 6C 1750 Gran Turismo Compressore è l’ultima evoluzione di questa vettura dalle prestazioni decisamente sportive ma elegantemente vestita da turismo; questo modello fu richiesto da una raffinata élite di appassionati in grado di apprezzare le potenzialità turistiche del motore dotato di compressore già nei primi Anni ’30.

Rispetto alla precedente serie Turismo, il passo fu allungato di 6 cm; il cambio e l’assale anteriore derivavano dal modello 8C 2300.

La Carrozzeria porta la firma “Castagna”, fondata a Milano nel 1849 è uno dei marchi più blasonati della storia.
La si può definire un’opera d’arte, una scultura su quattro ruote. Curata in ogni minimo dettaglio, dispone di fari regolabili a mano, tramite una leva meccanica. Il suo pregio si nota anche alle finiture della capote e dal disegno del portabagagli che mantiene la sua eleganza anche una volta aperto.
Pinin Farina, la Touring e Castagna ed altri, crearono per la GTC alcune fra le più belle carrozzerie italiane del periodo.

Quella del Museo Nicolis è una vera e propria opera d’arte, una scultura su quattro ruote. Uno degli elementi che rende unica questa vettura è la verniciatura “madreperlata” ottenuta mescolando alla vernice polvere di madreperla di conchiglie sminuzzate.

Oltre ad essere un esemplare unico, si è aggiudicata il “1° Premio di Categoria” al Concorso Internazionale d’Eleganza Louis Vuitton Classic a Parigi nel 2001.

Luciano Nicolis raccontava: “Questa è un Alfa Romeo 1750 con compressore, una vettura che ha meravigliato il mondo perché superava l’Alfa Romeo 3000 che fino ad allora vinceva tutte le corse. In quel stabilirono che le vetture con cilindrata superiore ai 2000 non  potessero più competere. Per orgoglio e per capacità, l’Alfa Romeo realizzò la 1750 con compressore, alla fine più performante della 3000. Al nostro esemplare è stato assegnato il 1° Premio di Categoria al Concorso Internazionale di Eleganza di Parigi – Louis Vuitton Classic – al Parc du Bagatelle. L’Alfa Romeo 1750 è stata considerata una vettura molto elegante, piacevole, ma anche veloce. Siamo negli anni ’30, nel 1931: è una linea che meraviglia ancora oggi, molto evoluta. La 1750 del Museo è stata riverniciata com’era in origine con questo raffinato colore madreperlato ricavato da una polvere realizzata con squame di pesci e conchiglie madreperlate mescolate con la vernice. I fari erano regolabili a mano, tanto che quando si diceva – …alza … abbassa i fari.. – lo si faceva azionando una leva meccanica. Anche il motore è un capolavoro, il compressore è a 6 cilindri ed è in testa, mentre nella 8 cilindri il compressore è laterale”.

 

Audioguida

Veicolo
Marca: Alfa Romeo
Modello: 6C 1750 Gran Turismo Compressore
N. Cilindri / Cilindrata: 6 in linea/1752 cc
Potenza: 80 CV a 4400 g/min
Velocità: 135 km/h
Lunghezza: 458 cm
Larghezza: 172 cm
Altezza: 149 cm
Anno della vettura: 1931
Esemplari prodotti: 159
Carrozzeria:
Marca: Castagna
Tipo: Cabriolet
Il museo su Instagram