Agosto 2021

Appuntamento mensile con la newsletter del Museo Nicolis

La Fiat 1200 Trasformabile del Museo Nicolis nel videoclip di “Tutti me miran”
Il nuovo singolo di Cristiano Malgioglio ft Evry

Cari amici,

con molto piacere vi annuncio che la nostra Fiat 1200 Trasformabile del 1958 è la protagonista nel nuovo videoclip del brano “Tutti me miran” di Malgioglio ft. Evry.

La meravigliosa vettura posa nel sontuoso Byblos Art Hotel Villa Amistà guidata dal modello e personal trainer Michael Terlizzi in un gioco di sguardi e provocazioni con il grande artista Malgioglio.

È un brano che profuma d’estate, dal ritmo latino travolgente, che allo stesso tempo affronta tematiche importanti, come l’omofobia e l’accettazione di sé stessi.

Link alla notizia

Ho infatti voluto che il Museo Nicolis non fosse un museo tradizionale, ma un luogo dinamico capace di interagire e collaborare con la società moderna.

Come mi ricordava sempre mio padre Luciano, nella vita non bisogna mai essere sazi di conoscenza e per questo motivo sono sempre felice di collaborare con il mondo della musica e dello spettacolo.

Credo sia un’importante opportunità sia per affrontare tematiche sempre più attuali, ma anche per diffondere l’amore per le auto d’epoca alle nuove generazioni.

Buona visione
Silvia Nicolis

Guarda il video

__________________________________________________________________________________

Incontriamoci al Museo Nicolis!

Ripartono gli Eventi in totale sicurezza in una location d’eccezione: il Museo Nicolis.

Meeting esclusivi, riunioni, aperitivi, pranzi e cene di gala circondati dalla bellezza delle nostre 10 collezioni.

Richiedi qui maggiori info

___________________________________________________________________________________

Lo sapevi che….?
Alcuni aneddoti curiosi sulle nostre collezioni

Quando photoshop ancora non esisteva.

La Cassettina per il ritocco e la colorazione delle fotografie era l’antenata di photoshop.
Un tempo i fotografi erano soliti perfezionare e correggere le foto con questo speciale set.

Link alla scheda

In principio l’automobile era maschile.

Sarà il grande Gabriele D’Annunzio a trasformare la parola in femminile in una lettera che scriverà al senatore Giovanni Agnelli il 18 febbraio del 1920.

L’Automobile è femminile. Questa ha la grazia, la snellezza, la vivacità d’una seduttrice”.

 

Condividi con
  • Il museo su Instagram