Home / Le Macchine per Scrivere / Olivetti, 1954, Lettera 22
Le Macchine per Scrivere
Marca: Olivetti
Anno di produzione: 1954
Tipo: Lettera 22
Nazione: Italia
Nome: Olivetti
Olivetti, 1954, Lettera 22, Italia

La Lettera 22 è una popolare macchina per scrivere meccanica portatile realizzata dalla società Olivetti. Fu uno dei prodotti Olivetti di maggior successo negli anni cinquanta e ricevette premi sia in Italia (Premio Compasso d'oro 1954) sia all'estero (miglior prodotto di design del secolo secondo l'Illinois Institute of Technology nel 1959).
La Lettera 22 è inoltre esposta nella collezione permanente di design al Museum of Modern Art di New York.

La macchina, con leve di scrittura a pressione, fu prodotta per sostituire il modello Olivetti MP1, uscito nel 1932.
Compatta e leggera (circa 4Kg) ed estremamente funzionale al trasporto, veniva venduta accompagnata da una valigetta in cartone o similpelle con maniglia.

Curiosità: la tastiera è del tipo QZERTY, impostazione tipica delle macchine per scrivere italiane. Non è presente il tasto col numero 1, che si deve scrivere premendo la lettera l (elle) minuscola oppure la I (i) maiuscola. Allo stesso modo non è presente lo zero, che si ottiene con la O (o) maiuscola. Sebbene questo oggi possa sembrare strano, era invece piuttosto comune nelle vecchie macchine per scrivere. Mancano anche i tasti per le vocali accentate maiuscole usate nella scrittura della lingua italiana, e per accentare una vocale maiuscola si doveva battere dopo di essa un apostrofo.

Sono molti i personaggi famosi che hanno trovato nella Lettera 22 uno strumento di lavoro ideale: tra di essi i giornalisti Enzo Biagi ed Indro Montanelli, che non se ne separarono mai.