Podcast, Spotify, V come Verona, Parole Per la Città del Futuro.

Perché dietro a ogni parola si nasconde la vita quotidiana di ognuno di noi.
Silvia Nicolis ospite del Podcast di Spotify  “V come Verona – Parole Per la Città del Futuro” a cura di  Tommaso Ferrari e Traguardi.

Un format semplice e accattivante: una parola per ogni lettera dell’alfabeto e un ospite per parlare delle città in generale, e di Verona in particolare: di ciò che è, di come sarà, delle trasformazioni necessarie e delle opportunità future.

A Silvia Nicolis tocca la lettera X di “X factor” per una puntata in cui si parla della posizione strategica di Verona come motivo della sua grandezza passata e come vettore per costruire la crescita futura, che si tratti di logistica, di commercio, di turismo. In quest’ottica, l’esperienza al Museo Nicolis ed in Camera di Commercio Verona sono particolarmente azzeccate.
Presenta il podcast e conduce il dialogare: Tommaso Ferrari.
 
Perchè è nato questo podcast?

È per provare a rispondere a questa domanda che è nato “V come Verona – Parole per la città del futuro”, il nuovo progetto di Traguardi che punta a coniugare uno strumento sempre più diffuso ed estremamente versatile come il podcast con il desiderio di ragionare sul futuro delle città, e di Verona in particolare, in una fase di profonda trasformazione.

Ventisei lettere, ventisei parole, per approfondire le idee, le innovazioni e le persone al centro di questo mutamento epocale, e provare a costruire una sorta di alfabeto minimo della città di domani.

Ogni settimana, su Spotify e sulle principali piattaforme di podcasting, una nuova puntata in cui Tommaso Ferrari sarà accompagnato da ospiti diversi. Donne e uomini che conoscono la città, ma soprattutto la abitano, e che con le loro parole ci aiuteranno a osservarla da tante angolazioni diverse.

In studio Silvia Nicolis, Tommaso Ferrari, Pietro Trincanato e Pietro Falezza.

 

Condividi con
  • Il museo su Instagram