Voigtländer, Bergheil

Voigtländer, Bergheil, Germania, 1933

La Voigtländer, fondata a Vienna nel 1756 da Johann Christoph Voigtländer, inizia producendo strumenti ottici destinati in particolare a microscopi e ad altre apparecchiature scientifiche.

Nel 1840 costruisce la prima lente per macchine fotografiche, mentre nel 1841 viene messo a punto il primo dagherrotipo interamente in metallo. Successivamente l’azienda si dedica alla produzione di macchine a lastra, costruite in modo praticamente artigianale.

Nel 1849 la sede viene trasferita a Braunschweig, in Germania, dove poco dopo nasce la Voigtländer & Sohn. Nel 1925 viene acquistata dalla Schering AG. In seguito la Voigtländer orienta la produzione verso apparecchi fotografici accessibili a tutti, e questo le consente di rimanere fra i leader del mercato fino al secondo dopoguerra. Nel 1958 viene comprata dalla Carl Zeiss Foundation e nel 1972 è rinominata “Zeiss Ikon Voigtländer“. Nel 1973 il marchio diventa proprietà della Rollei fino alla crisi del 1982. Viene comprato prima da “Plus foto” e poi nel 1995 da “Ringfoto”. Nel 1999 si ha la rinascita del marchio con l’acquisto da parte della giapponese Cosina.

Il modello Bergheil è stato prodotto dal 1912 alla Seconda Guerra Mondiale. È una fotocamera in metallo, con rivestimento in pelle. In alcuni modelli, “Bergheil” nella maniglia di trasporto.

Sponsor
Amici del Museo