Schumacher Michael – GERMANIA

Michael Schumacher (Hürth, 3 gennaio 1969) è un ex pilota automobilistico tedesco, il più vincente campione della Formula 1 e uno dei più grandi automobilisti sportivi di tutti i tempi. Ha conquistato 7 titoli mondiali: i primi due con la Benetton (1994 e 1995) e successivamente cinque consecutivi con la Ferrari (2000, 2001, 2002, 2003, 2004).

Michael Schumacher fu l’idolo di un’intera generazione ed anche molti di coloro non facevano parte della cerchia degli appassionati del genere impararono inevitabilmente a conoscerlo, data la sua massiccia presenza sulle testate giornalistiche nazionali ed internazionali.

Schumacher detiene la gran parte dei record della Formula 1, avendo conseguito, oltre ai titoli iridati, anche il maggior numero di Gran Premi vinti, di Giri Veloci in gara, di hat trick (pole position, vittoria e giro più veloce nella stessa gara). Fino al 13 ottobre 2013, Schumacher ha detenuto il record assoluto di punti in carriera, in seguito superato da Fernando Alonso, Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. È stato anche il primatista di pole position (68) dal 2006 al 2017, quando è stato sorpassato da Lewis Hamilton nelle qualifiche del Gran Premio d’Italia 2017. Dotato anche di grandi doti da collaudatore in grado di far crescere le proprie vetture, Schumacher è stato anche il primo tedesco a divenire campione del mondo di Formula 1 ed è stato l’icona più popolare nella Formula 1 fino al 2006, secondo un sondaggio effettuato dalla FIA.

A ottobre 2003 diviene il più titolato pilota di Formula 1, superando il record di Juan Manuel Fangio, e nel 2004 marca un ulteriore record vincendo il suo quinto titolo iridato consecutivo. All’interno della nostra collezione sono presenti 2 caschi autografati dal pilota stesso.

Volanti:

  • Nel 1993 il volante presente nel nostro museo venne stretto tra le mani del pilota con il team Benetton.
  • Il volante, montato sulla Benetton B194, gli permise di laurearsi per la prima volta campione del mondo nel 1994. Grazie a questo, inoltre, egli fu il primo tedesco a vincere il titolo.
  • Il campione stravinse il Campionato di Formula 1 del 1995 alla guida di una Benetton B195, dando lustro alla scuderia italiana per la seconda volta nel giro di 2 anni, ma segnando altresì la fine della fortunata collaborazione tra i due “contraenti”. Infatti, in quello stesso anno Schumacher accettò l’offerta per l’anno successivo della Scuderia Ferrari, che lo vide trionfare con la casa di Maranello per ben 5 campionati mondiali consecutivi: dal 2000 al 2004.  Il volante presente nel nostro museo è il testimone di quella meravigliosa prestazione.

(Fonte: Formula1.com)

Ph. Daniele Amaduzzi

Sponsor
Amici del Museo