Raduno, Aspettando la Corsa più bella del Mondo.

63 SPLENDIDE VETTURE AD ASPETTANDO LA CORSA PIÙ BELLA DEL MONDO L'ANTIPASTO DELLA MILLE MIGLIA A VERONA DOMENICA 13 MAGGIO.

La gara partirà da San Zeno, Piazza Corrubbio, e affronterà 64 prove cronometrate in Provincia.
Al via tanti equipaggi stranieri in preparazione alla Mille Miglia 2018 tra cui molti top drivers.

Ammesse auto dell’epoca 1927-1957 al Trofeo Luciano Nicolis e fino al 1981 per il Memorial Cabianca.

Si è svolta questa mattina, nella Sala Arazzi del Comune di Verona, la Conferenza Stampa di presentazione della gara di regolarità classica per auto d’epoca “Aspettando La Corsa più Bella del Mondo” organizzata dall’Automobile Club Verona con la collaborazione del Comune di Verona e di ACI Verona Sport e il supporto di Banca Mediolanum, Concessionaria F.lli Girelli di Sona e Campi Antincendi.
Erano presenti l’Assessore allo Sport e Tempo Libero del Comune di Verona Filippo Rando, il Direttore dell’Automobile Club Verona Riccardo Cuomo, il Direttore di Gara Alberto Riva, Giordano Mozzi vincitore della Mille Miglia 2011 su una Aston Martin Le Mans del 1933 e dell’edizione 2014 con una Lancia Lambda Casaro del 1928 e Silvia Nicolis, titolare del Museo Nicolis di Villafranca.

La quarta edizione di Aspettando la Corsa più Bella del Mondo, partirà con un bel successo di iscritti, 63 stupende vetture partecipanti che domenica 13 maggio saranno protagoniste di un evento che potrebbe definirsi “antipasto” alla Mille Miglia 2018. I numeri sono raddoppiati rispetto all’edizione dello scorso anno, a fronte di un impegno organizzativo supportato anche dalle partecipate del Comune di Verona AGSM, AMIA, ATV e patrocinato da Camera di Commercio, Serit, Consorzio ZAI e Consorzio Verona 2.
A contribuire al successo anche l’importante collaborazione di esperti regolaristi nel disegno del percorso guidati da Giordano Mozzi, che oltre ad aver vinto la Mille Miglia per due edizioni, è giunto due volte secondo e due terzo negli ultimi sette anni.

La gara sarà suddivisa in due categorie più un Tributo Ferrari che aprirà l’evento. Le due categorie comprenderanno da una parte le vetture in età da Mille Miglia (1927-1957) che concorreranno al Trofeo Luciano Nicolis, mentre il Memorial Cabianca vedrà al via le vetture dell’epoca 1958-1981.
Grande risposta internazionale dell’evento, dato che fra le 42 vetture del Trofeo Nicolis saranno al via ben 22 equipaggi stranieri in preparazione alla Freccia Rossa, provenienti da ogni angolo del mondo: Stati Uniti, Giappone, Argentina, Francia e Germania. Tra questo nutrito plotone si scorgono nomi importanti che hanno già scritto il loro nome nell’Albo d’Oro della Mille Miglia come Tonconogy-Tonconogy su una straordinaria Alfa Romeo 6C GS Zagato del 1933, primi alla Mille Miglia 2013 e 2015.
Il valore di questa quarta edizione di “Aspettando la Corsa più Bella del Mondo” si conta però soprattutto nella qualità delle vetture al via. Per citarne alcune, la stupenda Delahaye 1355 di Vincent Turneur datata 1937 nell’accattivante livrea azzurra, alla Osca MT4 (1946) dei giapponesi Takigawa-Takigawa. Presente anche una OM 665 Superba SSMM (1929) guidata da Miatto-Falanga, e una rara Bugatti T40 (1927) portata a Verona da Gessler-Gessler. Ben rappresentati anche i marchi italiani con molte Alfa Romeo, Lancia e Fiat e una bella selezione di Jaguar.
Fra gli equipaggi italiani in gara anche il Presidente dell’Automobile Club Verona Adriano Baso con una Delage D6-70 del 1937 e due equipaggi Top Driver, ovvero i più forti sui pressostati secondo le classificazioni ACI Sport, Scapolo-Scapolo (Fiat 508C del 1937) e Nobis-Mambrini (Fiat 514S del 1930).
18 le vetture al via nel Memorial Cabianca, che concorreranno sullo stesso percorso ma genereranno una seconda classifica. Tra i partecipanti a questa manifestazione tanti esperti del pressostato, con ben cinque equipaggi Top Driver: Dalleolle-Magnani su Alfa Romeo Giulia Spider del 1963, Baldissera-Covaz su Leyland Innocenti Mini Cooper 1300 del 1973, Cecchi-Graziani su Innoventi Mini Cooper MK1 del 1966, Bacci-Bacci su Alfa Romeo Giulia TI Super del 1964 e Riviezzo-Vincenzi su  Innoventi Mini Cooper ML3 del 1972.

Il percorso vedrà la partenza da San Zeno, Piazza Corrubbio alle 10:30 e i concorrenti affronteranno i primi rilevamenti al centesimo di secondo su un tracciato che punterà verso la Valpolicella, per la pausa di metà giornata nella stupenda Villa della Torre a Fumane ospiti della Famiglia Allegrini. Nel pomeriggio il percorso proseguirà in direzione Custoza, con arrivo previsto al Museo Nicolis alle 16:30 per la cerimonia di premiazione.

Importanti i premi che saranno messi in palio tra i concorrenti oltre a quelli d’onore, tra cui due soggiorni a Villa della Torre, che saranno sorteggiati tra i partecipanti, vino DOC veronese, prodotti griffati Mille Miglia e accessi al Parco Termale di Aquardens.
La cartina del percorso e gli orari sono disponibili sul sito ufficiale www.aspettandola1000m.it mentre l’elenco iscritti sarà ufficializzato da regolamento domani, venerdì 11 maggio.
“Aspettando la Corsa più Bella del Mondo” sarà il primo evento dedicato alla Mille Miglia organizzato dall’Automobile Club Verona quest’anno. Mercoledì 16 maggio, sul Ponte Visconteo di Valeggio sul Mincio, l’AC Verona organizzerà l’unico passaggio veneto della Freccia Rossa 2018, con spazi dedicati al pubblico per seguire lo scenografico attraversamento.

I biglietti, sia per l’area VIP che per l’area pubblico, sono in vendita nella Sede di Via Valverde 34 a Verona e nelle Delegazioni ACI di: Verona Sud (Viale delle Nazioni 10); San Giovanni Lupatoto (Via Madonnina 5/F); Bardolino(Via Ugo Foscolo 19); Peschiera del Garda (Via Barbarani 14); Bussolengo (Via Gardesana 25); S. Pietro in Cariano (Via Avanzi 4); Villafranca (Via Quadrato 35). Attiva ance la PRO Loco di Valeggio Sul solo per i biglietti per accesso area pubblico.

Comunicato Stampa, Automobile Club Verona, 10/05/2018.

 

 

Sponsor
Amici del Museo