Diatto, 1920, motocompressore tipo MCDF

Motocompressore Diatto tipo MCDF anni ’20.

Questo motocompressore è dotato di 2 cilindri attivi con 2 candele di accensione poste in corrispondenza degli stessi.
Letteralmente sono posizionati 2 cilindri più piccoli comandati dallo stesso albero motore che servono per produrre/inviare aria compressa nell’apposito serbatoio.
I 2 cilindri attivi, ben lungi dal poter far girare le ruote di una vettura, hanno l’unica funzione di far girare i cilindretti più piccoli per produrre aria compressa.
L’acceleratore è automatico cioè regolato da massa centrifuga ad espansione collegata alla ventola di raffreddamento.

La Diatto nel 1928 cessò definitivamente la produzione di automobili e continuò con la costruzione di pezzi di ricambio, motocompressori, gruppi elettrogeni e perforatrici pneumatiche.

Vedi anche vettura  Diatto tipo 20A del 1924.

Sponsor
Amici del Museo