MOSTRA, L’auto la forma e i riflessi, MEF Casa Enzo Ferrari, Modena.

Il Museo Nicolis espone la sua Maserati A6 alla mostra di Enrico Ghinato “L’auto, la forma e i riflessi”.

Nella Mostra sono stati presentati una ventina di oli su tela rappresentanti lo splendido design delle automobili italiane, tra cui la prestigiosa Maserati A6 del 1947 del Museo Nicolis.

La selezione di 36 opere dell’artista veneto, realizzata in collaborazione con la Galleria d’Arte Contini di Venezia e Cortina d’Ampezzo, ha raccolto una serie di visioni dell’iperrealismo applicato al settore automobilistico di cui Ghinato è uno dei massimi esponenti mondiali.

“La mostra intitolata – L’auto, la forma e i riflessi – sarà inaugurata il 22 marzo 2013 e sarà visitabile fino al 14 maggio 2013.
Enrico Ghinato, tra i massimi esponenti dell’iperrealismo applicato al settore automobilistico, espone una serie di tele che ritraggono famose automobili di marchi italiani, immortalandone la bellezza senza tempo ed esaltando l’importanza del valore del car design made in Italy.
L’artista veneto, grazie al suo stile, riesce a valorizzare e a rendere l’eleganza anche di minimi dettagli di ogni vettura ritratta. Autodidatta, sviluppa la sua tecnica attraverso lo studio dei maestri rinascimentali e fiamminghi, fino ai foto realisti americani. L’iperrealismo, linguaggio pittorico molto diffuso negli Stati Uniti a partire dagli anni ’70, in Italia si è limitato a poche straordinarie eccellenze tra cui quella di Enrico Ghinato che nelle sue opere prende spunto dal mondo metropolitano, perfettamente sintetizzato dal motore e dall’automobile. Nella sua pittura, che mira ad esaltare il design dell’auto italiana, brillano le superfici verniciate e le immagini su di esse riflesse. Il lavoro dell’artista si indirizza, da sempre, verso lo studio dei volumi, dei colori e delle prospettive attraverso lo splendido ed effimero mondo dei riflessi, nel tentativo di fermare l’attimo e di permettere a chi guarda di osservare ed “entrare” in ciò che sta fuori dal quadro nel mondo che lo circonda.
Affascinato da una frase di Paul Klee “L’arte non riproduce il visibile ma rende visibile le cose”, Enrico Ghinato ha unito in maniera impeccabile la sua passione per i motori a quella dell’arte in genere ed in particolare della pittura figurativa, dove le auto diventano dei “pretesti” per poter sviluppare questa ricerca.”

Fonte www.menudeimotori.com/index.php?blogid=1&catid=7

Link al video della Mostra “L’auto, la forma e i riflessi” al MEF

 

Sponsor
Amici del Museo