Lorraine-Dietrich, 1921, torpedo

Lorraine-Dietrich “ B 2.6. ”, 1921.

Il gruppo industriale De-Dietrich fu costituito nel 1880 in Alsazia che all’epoca era ancora tedesca; con il Trattato di Versailles del 1919 sia l’Alsazia che la Lorena passarono alla Francia.
Alla produzione iniziale di vagoni ferroviari, la società aggiunse presto quella di automobili e, dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale, anche quella di motori per aerei. Fino al 1908 la società produsse le vetture con il suo nome, per poi cambiare la denominazione in “Lorraine-Dietrich”, dotandosi al contempo di un nuovo marchio: una croce di Lorena in campo blu affiancata da 2 cicogne bianche.

La B 2.6., prodotta solamente nel 1921, è la capostipite di una serie rimasta in produzione, con la denominazione B 3.6., fino ai primi anni Trenta. La torpedo del Museo, modello dal prezzo contenuto e rivolto al vasto mercato medio borghese, riprendeva abbastanza sobriamente lo stile americano imperante all’epoca con le caratteristiche tipiche delle vetture medie francesi degli anni Venti: fanali e avviamento elettrici e diffuse nichelature.

Da ricordare che la versione Sport della B 3.6., in grado di raggiungere i 150 km/h, si aggiudicò la 24 Ore di Le Mans del 1926.

Veicolo
Marca: Lorraine Dietrich
Modello: B 2.6
N. Cilindri / Cilindrata: 6/3446 cc
Potenza: 75 CV a 2800 g/min
Velocità: 120 km/h
Lunghezza: 402 cm
Larghezza: 177 cm
Altezza: 185 cm
Periodo di produzione: 1921
Carrozzeria:
Marca: Lorraine Dietrich
Tipo: Torpedo
Il museo su Instagram