Lancia, 1960, Flaminia 2.5 berlina

Lancia “Flaminia 2500 berlina” – 1960 

La Flaminia, presentata al Salone di Torino nel 1956 e messa in commercio a partire dal 1957, fu la grande ammiraglia della Lancia erede della Aurelia; il cui progetto fu realizzato dal professor Fessia. Monta il motore V6 di 60° Lancia (2500cc) derivato da quello utilizzato dalla precedente Aurelia (primo motore al mondo in questa configurazione, brevettato dalla Lancia), fu poi sostituito da uno più potente 2800 cc.

Venduta a prezzi elevatissimi per l’epoca e quindi con numeri di produzione piuttosto ridotti, è rimasta comunque un simbolo della massima produzione Lancia del dopoguerra, come l’ammiraglia di rappresentanza di quel segmento che oggi si definisce delle berline di lusso dalle grandi qualità costruttive e grandi dimensioni. Nell’ampio abitacolo trovavano comodamente posto sei persone.

Da notare le due piccole pinne posteriori che pur seguendo una “indicazione” americana sono re-interpretate in modo elegante dal grande Pininfarina che ne curò la linea estetica. Questa vettura, per la sua imponenza (4.85m di lunghezza x 1.75 di larghezza) e la sua linea aristocratica, divenne l’auto preferita di uomini di Stato e industriali nel periodo del Boom economico.

 

Veicolo
Marca: Lancia
Modello: Flaminia
N. Cilindri / Cilindrata: 6 a V di 60° / 2458 cc cc
Potenza: 102 CV a 4600 g/min
Velocità: 180 km/h
Periodo di produzione: 1957-1970
Esemplari prodotti: 12.633
Carrozzeria:
Marca: Lancia
Tipo: Berlina
Sponsor
Amici del Museo