Lamborghini, 1969, Espada 400 GT Bertone coupè

Lamborghini “Espada 400 GT” Bertone coupè – 1969

Presentata a Ginevra nel Marzo del 1968, la nuova Espada suscitò molto interesse per la sua linea altamente innovativa ed estremamente aerodinamica che venne definita “artistica”. Fu la risposta ai coupè spaziosi dotati di grande confort già posti sul mercato dalla Maserati con la “Mexico” e dalla Ferrari con la 365 GT 2+2 anche se con meno raffinatezze tecniche.

Partendo dal pianale della “400GT”, la Lamborghini realizzò una vettura di grande personalità; la meccanica, fatta eccezione per il passo allungato di 15 cm, rimaneva quella della 400 GT, compreso il motore V12 di 3929cc, solo lievemente potenziato (325cv).

Anche le finiture sono di alto livello (la pelle riveste integralmente l’abitacolo, inclusa la plancia). Le prese Naca sul cofano si richiamano alle soluzioni aeronautiche, la trazione è posteriore. Grazie all’originale padiglione fast back col lunotto posteriore diviso in due parti, la vettura, nonostante lo scarso sviluppo in altezza, dispone di 4 posti singoli.

Dal 1970-71 la seconda serie fu potenziata e cambiarono sostanzialmente gli interni già curati da Gandini. Fu realizzata anche una versione VIP con frigobar e televisore.

 

 

 

 

Veicolo
Marca: Lamborghini
Modello: Espada 400 GT bertone coupè
N. Cilindri / Cilindrata: 12 a V di 60° / 3929 cc cc
Potenza: 325 CV a 6500 g/min
Velocità: 250 km/h
Peso: 1249 kg
Lunghezza: 470 cm
Larghezza: 182 cm
Altezza: 119 cm
Periodo di produzione: 1968-1969
Esemplari prodotti: 186
Carrozzeria:
Marca: Bertone
Tipo: Coupè
Sponsor
Amici del Museo