Il Museo Nicolis in passerella al Tezenis Fashion Show: l’intramontabile Ford Thunderbird incarna il sogno americano.

L’occasione è delle più glamour: il fashion show della collezione estate di Tezenis

L’America del boom economico, il Drive-In, le  insegne luminose dei diners, le carhops che sfrecciano sui pattini a rotelle: sono questi gli ingredienti della sfavillante atmosfera ricreata per il Tezenis Fashion Show. E non poteva che essere la Ford Thunderbird del 1955 del Museo Nicolis, protagonista di American Graffiti, a colorare la sfilata con la sua carrozzeria turchese.

L’occasione è delle più glamour: il fashion show della collezione estate di Tezenis. Si accendono i riflettori su una passerella che celebra il sogno americano e la voglia di libertà e divertimento degli anni ’50 e ’60.
La “T-bird” del Nicolis con il suo parabrezza panoramico e le caratteristiche pinne posteriori incarna perfettamente questo sentimento.
Martedì 7 Maggio, il pubblico delle grandi occasioni, tra cui le principali influencers del momento come Giulia De Lellis direttamente dal programma Uomini e Donne, le bellissime ex-veline di Striscia La Notizia, Giorgia Palmas e Costanza Caracciolo, e tanti altri ospiti della moda, si è goduto questo meraviglioso spettacolo.

Nella fashion gallery allestita per rendere speciale e ancora più social l’evento, sono state protagoniste le auto del Museo Nicolis. La Fiat 1200 Trasformabile del 1958, una spider color avorio con una carrozzeria davvero speciale e i sedili rosso fuoco che ruotano. L’attraente Borgward “Isabella TS Coupé” del 1959, un coupè dalle linee slanciate e ancora oggi moderne. L’originale Bmw Isetta 300 del 1958, tondeggiante e vivace, con la caratteristica apertura frontale della portiera. Ma non finisce qui, perché a completare l’atmosfera c’era anche un tocco di “Made in Italy” con alcuni coloratissimi modelli di Vespa Piaggio sempre della collezione Nicolis.

Silvia Nicolis, Presidente del Museo, racconta: “è una grande soddisfazione essere presenti con il nostro Museo a questo importante evento e poter contribuire con le auto della nostra collezione a ricreare l’atmosfera glamour ed eccentrica dell’America anni ’50. La moda è una vetrina fantastica  per scoprire e apprezzare in modo inconsueto auto eleganti,veri capolavori, riscoprendone il fascino senza tempo” e aggiunge, “credo molto nella cooperazione fra le aziende del territorio e questa collaborazione è la testimonianza che le relazioni fra le imprese siano alla base del loro successo”.

 

 

Nota per la redazione
Tra le più emozionanti e suggestive esposizioni private nel panorama internazionale, il Museo Nicolis di Verona narra la storia della tecnologia e del design del XX secolo.
Il riconoscimento dell’eccellenza gli deriva oggi dall’attribuzione del più ambito e prestigioso premio nel panorama mondiale dell’auto classica indetto dagli esperti del Magazine Octane: Museum of the Year 2018 a The Historic Motoring Awards.
La nascita del Museo si deve alla grande passione di Luciano Nicolis. La storia di una vita che ha trovato la sua collocazione in uno spazio espositivo di 6000 mq nel duemila, anno della sua inaugurazione. I suoi capolavori sono stati suddivisi in otto diverse collezioni con l’obiettivo di costruire un percorso organico, professionalmente qualificato e strutturato per soddisfare il visitatore più esigente. Il patrimonio delle collezioni è di grande spessore e rappresenta una realtà esclusiva: oltre 200 auto d’epoca, 110 biciclette, 100 motociclette, 500 macchine fotografiche, 100 strumenti musicali, 100 macchine per scrivere, aeromobili, oltre 100 volanti delle sofisticate monoposto di Formula 1 e innumerevoli opere dell’ingegno umano esposte secondo itinerari antologici, storici e stilistici.
Non è un caso che il Museo Nicolis rappresenti un “unicum” nel suo genere e venga indicato come emblematico della moderna cultura d’impresa.
I Nicolis, infatti, sono da oltre 80 anni imprenditori nel recupero di materie prime e secondarie. L’inizio risale al 1934 quando Francesco Nicolis, sensibile a ogni forma di risparmio e dotato di acuta sensibilità ambientale, decide di fare un esperimento molto avanzato di sostenibilità ed ecologia: raccogliere e riutilizzare la carta da macero. Sotto la spinta del figlio Luciano l’attività si espande velocemente e, all’inizio degli anni ’60, un ulteriore slancio trasformerà l’azienda di famiglia in un gruppo leader in Europa per il recupero della carta e un sicuro punto di riferimento nel settore dei servizi ambientali internazionali. Oggi il Gruppo LamacartMuseo Nicolis è gestito con passione e competenza dalla terza generazione, rappresentata da Silvia e Thomas Nicolis.

 

PRESS OFFICE Giulia Brandiele

press@museonicolis.com M. +39 342 9158700

 Dove: Museo Nicolis | Villafranca di Verona | Viale Postumia, 71

Quando: Aperto dal Martedì alla Domenica. Chiuso il Lunedì.

Orario: continuato 10-18

Contatti: info@museonicolis.com

tel +39 045 6303289 / 6304959 fax +39 045 7979493

Sponsor
Amici del Museo