4° Concorso Nazionale di Poesia Luciano Nicolis

Si è conclusa questa mattina con rinnovato successo, alla presenza del Sostituto Procuratore della Repubblica Elvira Vitulli.

Villafranca – 13 Febbraio – Si è conclusa questa mattina con rinnovato successo, alla presenza del Sostituto Procuratore della Repubblica Elvira Vitulli, delle autorità provinciali e di nove sindaci del territorio in veste ufficiale, la quarta edizione del premio letterario Concorso Nazionale di Poesia “Luciano Nicolis” fondatore del Museo dell’Auto della tecnica e della meccanica, al quale hanno preso parte, con oltre quattrocento liriche, concorrenti di quasi tutte le regioni italiane.

Gran lavoro per la qualificatissima commissione giudicatrice presieduta dal prof. Giuseppe Chiecchi, ordinario di letteratura italiana all’Università di Verona e formata dai docenti universitari Arnaldo Soldani. Lorenzo Carpanè, Massimo Natale con segretario il presidente del concorso Carlo Rigoni.

“Sono molto orgogliosa che il Concorso dedicato alla memoria di mio padre, sia arrivato alla quarta edizione, la poesia è una forma d’arte. I luoghi della cultura moderna, come il Museo Nicolis sono e devono essere luoghi aperti, che favoriscono l’incontro e il confronto delle persone su temi che riguardano la società, perché – Cultura- è uno stile di vita quotidiano che nasce dal –Sapere- e si sviluppa con la condivisione” commenta Silvia Nicolis.

Nella sezione lingua italiana primo premio assoluto Angelo Taioli di Voghera con la lirica “Nel buio breve” “La poesia” scrive il prof. Arnaldo Soldani nella presentazione “sviluppa un dialogo con un tu che rimane muto, un tu assente. È un dialogo fondato sull’immaginazione che l’altro si stia dedicando alle occupazioni legate alla quotidianità domestica. Tutte attività che la distanza, nello spazio e nel tempo, riempie di un senso arcano, difficile da decifrare” Secondo classificato Vanni Giovanardi di Luzzara. Terzo Rodolfo Vettorello di Milano, quarto Valentino Ronchi di Melzo, quinto Luigi Bernardi di Teolo, premio speciale-medaglia del Pontefice Pierangela Vesentini di Montagnana, medaglie doro a Simone Martinello di Rosolina, Chiara Perina di Settimo Milanese, Ivan Fedeli di Ornago, Maria Giovelli di Caorso, Candido Meardi di Pavia, Carla Baroni di Ferrara.

Nella sezione dialetto del Triveneto massimo riconoscimento a Pier Franco Uliana di Mogliano Veneto per lalirica “Contrasto alla burchia”. “Il contrasto è un genere di poesia” scrive il prof. Lorenzo Carpanè nella presentazione “in cui due personaggi dialogano, spesso su temi amorosi; “alla burchia” rimanda al Burchiello, poeta-barbiere vissuto nel ‘400 e caratterizzato da invenzioni verbali, non-sense: una poesia come divertimento. Tutto ciò, o almeno in buona parte, si trova anche in questo dittico poetico che la giuria ha scelto di considerare insieme, composto di due sonetti caudati in cui Venezia, personificata in una ragazza bella ma male in arnese, è al centro delle attenzioni diverse di due personaggi: un «dotorin» padovano e un montanaro bellunese” Secondo classificato Michele Talo di Limana, terzo Lilia Slomp Ferrari di Trento, quarto Luigi Franchi di Verona, quinto Bruno Castelletti di Verona, Premio speciale della Regione Nico Bertoncello di Bassano. medaglie d’oro Anita Peloso Vallarsa di Pescantina e Massimo Dorigoni di Pergine. premi speciali alla memoria del prof. Laita Andrea Aldrighetti di Verona e del prof.Giuseppe Faccincani il compianto capocronista de L’Arena Roberto Bissoli di Verona.

Nella sezione a tema “Migrazione accoglienza” primo premio Tullio Mariani di Pisa con la lirica ”1970, domenica da emigrante”. “Riemerge un ricordo” scrive il prof. Massimo Natale nella presentazione “ancorato alla concretezza di un’esperienza di emigrazione: una città tedesca inospite – «Stoccarda gretta e dura», che distribuisce «pane…crudele» – e un anno preciso, il 1970. Le quartine lavorano soprattutto a svuotare i desideri dell’io, a mostrare il rovescio delle «illusioni» affidate dall’emigrante all’altrove, e rivelatesi invece un «falso miele», un inganno”.secondo classificato Fabrizio Bregoli di Cornate d’Adda, terzo Rosanna Spina di Livorno, quarto Mario Marelli di Seregno. premio speciale-medaglia della Città di Verona Giovanni Benaglio di S:Giovanni Luipatoto, medaglia d’oro Maria Teresa Pantani di Reggio Emilia.

Nella sezione speciale studenti, sono stati premiati sei ragazzi della scuola media Cavalchini-Moro, tre del Liceo Scientifico Medi, altrettanti dell’I..T.C.Bolisani e dell’Istituto Carlo Anti.

Il museo su Instagram