NATURA: Funivia Malcesine – Monte Baldo

Il Monte Baldo e la Funivia. Attività e Turismo, a 40 minuti dal Museo Nicolis.

Da sempre la Funivia Malcesine – Monte Baldo è un punto di riferimento ed una tappa obbligata per i Turisti dell’area gardesana, sia durante la stagione invernale, ma anche e soprattutto in quella estiva.

Oltre ad attrarre i turisti per le meraviglie naturalistiche e lo stupendo panorama del Monte Baldo, la Funivia è uno tra gli impianti funiviari più moderni ed avanzati al Mondo, con le sue cabine rotanti in grado di far apprezzare a pieno il panorama unico del Monte Baldo e del Lago di Garda.

Distante solo pochi minuti a piedi dal centro medioevale di Malcesine, uno tra i borghi più belli d’Italia, la Funivia è in grado di trasportare mediamente 3.000 persone al giorno durante il periodo di alta stagione, dando la possibilità al visitatore di raggiungere la cima del Monte Baldo in poco più di 15 minuti superando un dislivello di quasi 1.700 metri in altezza e percorrendo circa 4.5 chilometri.

Durante il percorso si ammirano la flora mediterranea, con i caratteristici uliveti, a cui succedono la macchia collinare e le pinete della montagna fino a raggiungere i verdi pascoli con le mandrie all’alpeggio e le rocce vive. Sul Monte Baldo ogni stagione ha i suoi stupendi colori, dalle tinte pastello dei prati in fiore in primavera a quelli intensi dell’estate nella foresta integrale, ai romantici colori dell’autunno, quando le foglie cangianti danno al paesaggio toni da favola.

Tra le opportunità e le bellezze ambientali che offre il sistema turistico del Lago di Garda (soggiorno, natura, sport, arte, spettacolo, intrattenimento, ecc.), Malcesine offre qualcosa di esclusivo ai suoi visitatori, in quanto capitale della vela e del windsurf dal momento che il vento soffia costante nelle stesse ore del giorno per l’ intera stagione, ma è anche chiamata non a caso la “perla del Lago” con la sua storia, il suo centro medievale, il suo castello (dove vengono a coronare il loro sogno d’amore ogni anno centinaia di coppie da tutto il mondo) ed i suoi musei.

Il Monte Baldo da’ un valore aggiunto al soggiorno perché, con la sua biodiversità (vi dimorano oltre 60 specie di orchidee ed altri fiori rari) offre:

• Un parco naturalistico di eccezionale bellezza con panorami mozzafiato sia durante il viaggio in Funivia che nelle piacevolissime passeggiate sulle creste o all’interno della foresta integrale, con lo sguardo che spazia dalle Dolomiti agli Appennini, dalle azzurre acque del Lago alla Pianura Padana ed alla Laguna veneta;
• Una immensa palestra all’aperto dove si possono esercitare innumerevoli attività sportive, dal trekking al parapendio, dal nordic walking alla mountain bike e ad ogni altra attività all’aria aperta;
• Un sistema di accoglienza inusuale a queste quote, comprendente malghe, baite e chalet con ristorazione e, presso la stazione della Funivia, in un ambiente accogliente e garbatamente moderno, un centro congressi, bar, terrazze panoramiche e solarium.

La stagione invernale accontenta tutti, dai principianti agli sciatori esperti, con le sue piste dalle difficolta variabili e accessibili a chiunque, dando agli appassionati qualcosa in più di altre stazioni invernali, perché raggiungere Malcesine è facile ed è sicuro il rientro per il clima mediterraneo del Lago.

Turisti e gli appassionati che si recano sul Monte Baldo provengono da tutto il mondo, e l’andamento rispecchia quello dei turisti in visita alla sponda veronese del Lago di Garda, la nazionalità che va per la maggiore è quella tedesca, seguita dalle altre provenienti dal nord Europa come Olanda, Inghilterra, Francia, ecc.

Da sempre la Funivia Malcesine – Monte Baldo è un punto di riferimento ed una tappa obbligata per i Turisti dell’area gardesana, sia durante la stagione invernale, ma anche e soprattutto per quella estiva. Annoverata sul web come una tra le dieci Funivie più spettacolari al mondo, porta il visitatore a vivere un’esperienza unica, da provare almeno una volta nella vita.

www.funiviedelbaldo.it

 

Sponsor
Amici del Museo