Fiat, 1967, 2300 S

Fiat “2300 S”

Furono gli anni dei Beatles, del boom economico e della contestazione. Gli anni Sessanta furono anche gli anni del boom della Fiat: la produzione delle vetture della Casa di Torino passò da 425.000 a 1.751.400 esemplari. Dal 1965 tornò a campeggiare sui modelli sportivi delle vetture della Fabbrica Italiana Automobili Torino, il marchio tondo, rosso e con l’alloro già usato negli Anni Trenta. Presentato nel 1959 nelle cilindrate 1800 e 2100, il motore Fiat 6 cilindri raggiunse la piena maturità con la versione di 2300cc.

La berlina fu presto affiancata da una versione coupè, progettata e costruita dalla Carrozzeria Ghia, alla quale era riservata la versione più potente “S” del motore. La linea moderna e filante del coupè incontrò i favori del pubblico e, nonostante la cilindrata, le prestazioni e il prezzo non fossero alla portata di tutti, la vettura ebbe un discreto successo commerciale, soprattutto nella versione S come questa del Museo.

Veicolo
Marca: Fiat
Modello: 2300 S
N. Cilindri / Cilindrata: 6 in linea/2280 cc
Potenza: 150 CV a 5300 g/min
Velocità: 190 km/h
Peso: 1610 kg
Lunghezza: 458 cm
Larghezza: 179 cm
Altezza: 129 cm
Periodo di produzione: 1961 - 1968
Esemplari prodotti: 155.000
Carrozzeria:
Marca: Ghia
Tipo: coupè 2+2
Sponsor
Amici del Museo