Silvia Nicolis, President Museo Nicolis, at CUOA’s Creative Tourism Workshop

Managed using an entrepreneurial logic, Museo Nicolis is known to be the effective and tangible example of an enterprise- museum; an “unconventional” cultural institution that promotes knowledge and innovation without losing sight of the objectives of growth and development.

Il Museo Nicolis testimone d’eccezione all’interessante seminario realizzato da CUOA, dal titolo: “Turismo Creativo: Esperienze e Prodotti per accrescere il valore dei Territori“.

Silvia Nicolis ha presentato la nostra esperienza di Museo-Impresa, realtà che ogni giorno opera sul panorama internazionale attraverso una strategia di marketing creativo e poliedrico.

Da quasi 60 anni CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale. Presieduta da Matteo Marzotto, è la prima Business School del Nordest, una tra le più importanti in Italia, e si propone nel mercato nazionale e internazionale con prodotti e percorsi di formazione che rispondono alle nuove sfide professionali e promuovono lo sviluppo di nuovi modelli di business.

Il seminario di cui il Nicolis ha preso parte, è nato nell’ambito del progetto Reti Creative – Imprese creative e del turismo per lo sviluppo e la valorizzazione del territorio veneto, progetto finanziato dalla Regione Veneto che ha preso avvio nel mese di ottobre 2015 con l’obiettivo di promuove la collaborazione tra imprese culturali e creative e del Made in Italy con le imprese del turismo per favorire sinergie tra i due settori.

Obiettivi:

Obiettivo del progetto è quello di fornire al management delle Industrie Culturali Creative venete e ai professionisti che operano nei settori della creatività e dell’artigianato artistico da un lato, agli operatori del settore turistico dall’altro, gli strumenti e le conoscenze necessarie per ottenere i migliori risultati possibili nell’ambito di questa sinergia in termini di:
– comprensione della competitività turistica del territorio, individuazione delle potenziali aree di sinergia con gli operatori del turismo e individuazione di nuovi mercati B2B;
– comprensione dei trend e dei mercati di provenienza della domanda turistica locale e individuazione di nuovi mercati B2C e di potenziali prodotti;
– cultura e servizi dell’accoglienza in azienda e competenze necessarie alla creazione di reti di offerta inter e intra-settoriali sul territorio e a livello interregionale;
– capacità di promuoversi e comunicare, offline e online, sul nuovo mercato turistico;
– conoscenza e valutazione delle opportunità di finanziamento europeo legate all’interazione ICC – turismo;
– formazione degli operatori del settore turistico sui possibili vantaggi derivanti da un legame più stretto con le imprese creative del territorio

Sponsor
Friends of the Museum