Premio “Fedeltà al Lavoro” alla memoria di Luciano Nicolis

Il Self Made Man che ha dato vita a una grande impresa Lamacart attiva sui mercati internazionali e che, nel contempo, ha coltivato un “sogno” alimentato dalla sua sfrenata passione per motori e oggetti antichi, concretizzato nella creazione del Museo Nicolis, perché il ricordo delle gesta imprenditoriali passate possa fare da insegnamento per gli imprenditori e i lavoratori del futuro”.

E’ stato assegnato a Luciano Nicolis il Premio Speciale “Fedeltà al Lavoro” alla Memoria, conferito da Camera di Commercio Verona, con la seguente motivazione:

“Il Self Made Man che ha dato vita a una grande impresa Lamacart attiva sui mercati internazionali e che, nel contempo, ha coltivato un “sogno” alimentato dalla sua sfrenata passione per motori e oggetti antichi, concretizzato nella creazione del Museo Nicolis, perché il ricordo delle gesta imprenditoriali passate possa fare da insegnamento per gli imprenditori e i lavoratori del futuro”.

A ricevere il premio i figli Silvia e Thomas, commossi per la celebrazione di quel papà che aveva fatto del suo sogno da ragazzo la sua più grande e riuscita impresa.

“L’eredità più importante, che nostro padre ci ha lasciato,  è stata proprio il suo essere uomo semplice e  la sua visione del fare impresa. Il suo insegnamento lavorativo, lo sprito di sacrificio, la passione e la sua etica ci hanno consentito di continuare a gestire tutte le attività del Gruppo nel segno della continuità” commenta Silvia Nicolis.

Chi era Luciano Nicolis? Per la “business community“ veronese, Luciano Nicolis era un imprenditore di successo  che ha iniziato a lavorare da ragazzino raccogliendo carta da macero, che ha trasformato questo nella propria attività dando vita a una grande impresa, la Lamacart, che oggi raccoglie, trasporta e smaltisce carta, dà occupazione a centinaia di persone, opera nei mercati internazionali.

Per chi lo conosceva più da vicino, Luciano Nicolis era anche un “appassionato” di meccanica che ha sviluppato, sempre da bambino, un talento speciale per macchinari e ingranaggi imparando a montare, smontare, far funzionare, rimettere in moto, ricostruire.

Nel 2000 Luciano concretizzò il “suo sogno lungo una vita” aprì al pubblico il suo Museo, un luogo unico e speciale dove  ha fatto confluire  le centinaia di automobili, motociclette, biciclette, che ha raccolto in giro per il mondo e riportato agli antichi splendori attraverso sapienti e pazientissimi interventi di restauro.

Il Museo Nicolis, alle porte di Verona, ospita in 6000 mq 8 collezioni circa 200 auto d’epoca, 110 biciclette, 100 moto, 500 macchine fotografiche, 100 strumenti musicali, 100 macchine per scrivere, piccoli velivoli, una rara collezione di circa 100 volanti di Formula 1 e centinaia di opere dell’ingegno umano sono esposti secondo percorsi storici e stilistici.

Oggi il Nicolis è uno dei più prestigiosi musei privati in Italia e in Europa. Aperto a varie forme di innovazione e sperimentazione e  vivace promotore di cultura e punto di attrazione per l’intero territorio.

 

Sponsor
Amici del Museo