Evento, RicicloAperto Comieco, Lamacart

“RICICLO APERTO” Tutti a scuola in Lamacart, per conoscere il ciclo-riciclo della carta e al Museo Nicolis per scoprire come si recuperano anche gli oggetti d’epoca. Campagna di comunicazione Nazionale, promossa da Comieco in collaborazione con la Federazione della Filiera della Carta e della Grafica, Assocarta, Assografici, AISA e con il patrocinio di: Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Anci, Fise Assoambiente, Fise Unire, Unirima e Utilitalia.

Verona, 26 Aprile – Li accomuna “la passione per il recupero, in tutte le sue forme”,  così il Museo Nicolis di Verona ha deciso di condividere, con il Gruppo Lamacart, leader europeo nella lavorazione della carta da macero e fondato da Luciano Nicolis, l’iniziativa “RICICLO APERTO” che COMIECO (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base cellulosica) promuove in tutta Italia il 26, 27 e 28 aprile 2017.

L’iniziativa che apre le porte degli impianti della filiera del riciclo di carta e cartone a scuole, cittadini, istituzioni, media e a tutti coloro che sono interessati a capire, assistendo in diretta alle varie fasi del processo industriale, cosa succede a carta e cartone una volta conferiti negli appositi contenitori, con l’obiettivo di far scoprire a tutti il valore industriale del riciclo, le professionalità e le tecnologie utilizzate e rassicurare i cittadini sull’utilità del loro impegno quotidiano nel fare la raccolta differenziata.

Il progetto educativo e di sensibilizzazione del pubblico è stato coronato dal grande successo nelle edizioni precedenti, con migliaia di visitatori di tutte le età:  per questo il Museo Nicolis e Lamacart hanno deciso di mettere in campo congiuntamente le proprie forze, riconfermando il proprio impegno non solo nei rispettivi settori di attività, ma anche come promotori di campagne educative per un ambiente più tutelato e una migliore qualità della vita.

E non è tutto, perché “la passione per il recupero, in tutte le sue forme”  che ha portato Luciano Nicolis ad avviare una delle industrie più avanzate nel riciclo e lavorazione della carta da macero a livello internazionale, è la medesima che lo ha spinto a raccogliere in tutto il  mondo veicoli e altri oggetti, spesso ridotti in pezzi, a restaurarli e riportarli al loro splendore originario, restituendo così un patrimonio di storia industriale del nostro Paese che sarebbe andato irrimediabilmente perduto.

Luciano Nicolis vedeva dei “gioielli“ là dove altri vedevano solo rottami e la testimonianza è proprio il Museo Nicolis di Villafranca, una delle realtà culturali private più importanti del territorio che ospita collezioni uniche di auto, moto e biciclette d’epoca, strumenti musicali, macchine fotografiche e per scrivere, oggetti dell’ingegno umano.

Per sottolineare il valore del “recupero” anche il Museo Nicolis, la cui sede è a poca distanza da quella di Lamacart,  ha aperto le sue porte per accogliere gratuitamente il pubblico delle scuole aderenti all’iniziativa.

“Un’ occasione da non perdere, per vedere in casa Lamacart come e dove finiscono la carta e il cartone che ogni giorno raccogliamo in modo differenziato e, al Museo Nicolis, le splendide testimonianze dell’eredità industriale italiana” afferma Silvia Nicolis, presidente del Museo Nicolis “una giornata dedicata al Riciclo nella quale si trovano risposte a tanti quesiti, spunti culturali, divertimento e, c’è da scommetterlo, grandissime emozioni.

 

 

Sponsor
Amici del Museo