corsa, 1948, Legnano

Bicicletta da corsa, Legnano, 1948. Italia

L’azienda Legnano nasce nel 1907, inizialmente col nome “Wolsit Officine Legnanesi Automobili”. L’azienda sin dal primo anno costruisce 25.000 biciclette: l’Italia si muove, la rete stradale si allarga. Le sue biciclette partecipano a numerosi Giri ciclistici ed essendo particolarmente solide, ne vincono molti. In quel periodo Emilio Bozzi vendeva, già da anni, materiale e accessori per automobili e biciclette; dal 1907 produce e vende anche le biciclette “La perla”. Successivamente si espande e apre filiali in numerose città dell’Italia del Nord. Vende ruote, pneumatici, selle, cinghie.

Tra gli anni ’30 e la fine degli anni ’40 le bici Legnano vennero utilizzate da campionissimi come Brunero, Binda, Bartali, Girardengo e Coppi. Fu infatti con una bici Legnano che Coppi vinse il suo primo Giro d’Italia, il 9 giugno del 1940, un giorno prima dell’entrata in guerra dell’Italia.

Nel 1936 Gino Bartali vince il suo primo Giro d’Italia proprio in sella alla Legnano, la squadra a cui rimarrà sempre fedele. Nel 1948 compie una grande prodezza vincendo il Tour de France: in netto svantaggio, in una sola tappa Bartali recupera più di 20 minuti, e si porta a soli 51 secondi dalla maglia gialla. Vince il Tour e “salva” un’Italia in preda alle agitazioni sociali dopo l’attentato a Togliatti.

 

Note tecniche:

  • Colore oro light metallizzato
  • Cambio Campagnola a 4 velocità
  • Manubrio Ambrosio
  • Freni Universal
  • Cerchi in alluminio Nisi
  • Sella Italia

 

Sponsor
Amici del Museo