Galleria: " Concorso, Volpe Argentata Event, Montecchia. "

Torna indietro
Torna indietro
Il museo su Instagram

Concorso, Volpe Argentata Event, Montecchia.

Golf, tradizioni, storia, emozioni

14 luglio 2018. Concorso di eleganza La Volpe Argentata, un’esposizione di auto storiche preselezionate votate dal pubblico e più attentamente da una giuria di esperti.

In questa prestigiosa occasione il Museo Nicolis ha esposto anche splendida Maserati 3500 Vignale Spider del 1960 color verde smeraldo con alla guida il nostro Presidente Silvia Nicolis che faceva parte della giuria.

La Volpe Argentata è una delle gare più belle dal punto di vista dello spettacolo sia di golf che di auto storiche.

L’ evento nasce dalla collaborazione con Prisca Taruffi, figlia del leggendario pilota che contribuì a dare inizio alla F1, Piero Taruffi, per onorare la memoria del padre nel trentennale della sua scomparsa. Un connubio tra golf e auto. 
Numerosi gli ospiti d’onore, celebrities del mondo sportivo automobilistico, del golf e opinion leader del mondo imprenditoriale, della comunicazione, del giornalismo che si sono sfidati assieme ai professionisti italiani e gli amateur di tutta Italia.

L’Ing. Piero Taruffi oltre ad esser stato un eclettico pilota e recordman degli anni ’30-­‐’50, ha progettato e collaudato moto, auto e prototipi (come il famoso Bisiluro motorizzato Maserati) con i quali ha stabilito record mondiali ancor oggi imbattuti. Si aggiudicò moltissime prestigiose gare di motociclismo e automobilismo con diverse case tra cui Alfa Romeo, Lancia, Maserati, Mercedes e Ferrari con la quale nel 1957 vinse l’ultima Mille Miglia; considerato lo “stradista” più forte del mondo in primis dall’amico rivale Tazio Nuvolari, fu chiamato la Volpe Argentata per via dei folti e precoci capelli bianchi ma soprattutto per l’astuzia e tattica di gara grazie alla quale si aggiudicò tutte le corse su strada più famose al mondo tra cui la Targa Florio, il Giro di Sicilia, la Carrera Panamericana e per ultima la Mille Miglia del 1957.

Credit Foto Il Popolo Veneto