CNA, 1940, Aviazione.

Motore CNA, 4 cilindri contrapposti, doppia accensione per cilindro, 1940. Aviazione

“Motore a 4 cilindri orizzontali contrapposti, raffreddato ad aria. I cilindri presentano un’ampia alettatura sulla superficie esterna. La distribuzione di carburante è regolata da due valvole in testa per cilindro, azionate ad aste e bilancieri posti sul lato inferiore dei cilindri. Il sistema di alimentazione comprende un carburatore aspirato, non presente. Ogni cilindro dispone di due candele di accensione, alimentate da due magneti posti sul retro del motore. Il carter presenta una verniciatura di colore azzurro chiaro, mentre i cilindri sono verniciati di nero. Notizie storico-critiche L’utilizzo di motori aeronautici a cilindri orizzontali contrapposti venne introdotto nel 1931 negli Stati Uniti. Progressivamente, i propulsori a 4 o 6 cilindri orizzontali raffreddati ad aria si imposero sul mercato mondiale per motorizzazioni con potenza inferiore ai 400 cavalli tanto da essere gli unici motori alternativi a rimanere in servizio anche dopo la comparsa dei motori a reazione. Questa tipologia di motori, dalla grande affidabilità e dalle ottime prestazioni, si sono dimostrati particolarmente adatti allìaviazione civile di piccole dimensioni. Questo modello di propulsori prodotto dalla Lycoming, divisione della Aviation Corporation, equipaggiò aeroplani leggeri come il l’AVIA FL 3 e il Macchi MB 308.”

Fonte Wikipedia https://en.wikipedia.org/wiki/CNA_D#/media/File:Motore_aeronautico_-_Museo_scienza_tecnologia_Milano_12497.jpg

Sponsor
Amici del Museo