Caffi Alex – ITALIA

Alex Caffi (Rovato, 1964) è un pilota automobilistico italiano.

Il suo esordio è nei Kart e nel 1980 passa alla Formula 4 e alla Formula Fiat Abarth. Nel 1984 passa alla Formula 3, di cui diventa campione nel 1985.

È del 1986 l’esordio in Formula 1 con la Osella al Gran Premio d’Italia, in cui si qualifica ventisettesimo e chiude undicesimo in gara.

Dal 1986 Caffi corre con le Dallara iscritte alla Scuderia Italia e nel 1988 ottiene il settimo posto nel Gran Premio di Portogallo. Nel 1989 conquista il quarto posto al Gran Premio di Monaco e il sesto posto al Gran Premio del Canada.

Nel 1990 passa alla Arrows dove rimane anche nel 1991.

Vanta nella sua carriera 77 Gran Premi disputati e 6 punti conquistati, col quarto posto nel 1989 nel Gran Premio di Monaco come miglior risultato.

Volanti

  • Volante  MOMO, Dallara Scuderia Italia 1988. Caffi utilizza questo volante MOMO nel GP Messico del 1988, in cui rimane senza freni ed in rettilineo si schianta contro Arnoux della Ligier.
    Per questa ragione il volante esposto è storto, si deduce che l’impatto fu molto violento. Al Museo Nicolis è esposto esattamente a fianco del volante che Arnoux impugnava durante l’impatto.

Tuta

  • Tuta Dallara Scuderia Italia 1989. La Dallara Automobili è un’azienda italiana costruttrice di automobili da competizione, fondata nel 1972 a Varano de’ Melegari, in Emilia, dall’ingegner Gian Paolo Dallara. In Formula 1 ha gareggiato dalla stagione 1988 a quella del 1992, quale fornitrice dei telai della Scuderia Italia. La Scuderia Italia, nota anche come BMS Scuderia Italia (da Brixia Motor Sport) è una scuderia automobilistica, con sede a Brescia, fondata da Giuseppe Lucchini, che ha corso in Formula 1 e nel Campionato FIA GT. Il team compare nel campionato di Formula 1 del 1988 e si presenta con Alex Caffi come pilota. I telai sono forniti dalla Dallara e i motori dalla Ford.
Il museo su Instagram