Bianchi, 1950, Bianchina

Bianchi “Bianchina” – 1950 – Italia 

La ripresa economica in Italia nei primi anni del secondo dopoguerra è caratterizzata in campo veicolistico dalla ricerca di mezzi dal costo contenuto e parchi nei consumi; nella seconda metà degli anni quaranta si assiste quindi alla produzione di motoveicoli dalle cilindrate contenute, prevalentemente entro il limite dei 125 cm³.

La Bianchina viene progettata nel 1945 da Mario Baldi e la produzione viene avviata dal 1946 con diverse varianti successive ma sempre fedeli al primo progetto e con lo stesso motore. È una moto dal progetto classico per quei tempi, spinta da un robusto motore monocilindrico a due tempi di chiara ispirazione DKW RT del 38. Le sue prestazioni sono modeste e per questo motivo viene soprannominata Trottapiano, ma la leggendaria qualità Bianchi e un prezzo concorrenziale ne decretano il successo.

Nel 1948 alla versione Turismo della Bianchina viene affiancata la produzione della Turismo Lusso e nel 1950 si introduce il modello Gran Lusso Extra. Dal punto di vista estetico un importante elemento distintivo di questa versione rispetto agli altri due modelli è la colorazione bianco-celeste del telaio accoppiata ad un serbatoio cromato con specchiature rosse.

Al Museo Nicolis vi è una ricca esposizione del marchio Bianchi nelle sezioni biciclette, motociclette ed automobili.

Veicolo
Marca: Bianchi
Modello: Bianchina
N. Cilindri / Cilindrata: 1 / 125 cc
Sponsor
Amici del Museo