corsa, 1906, Bianchi

Bianchi, bicicletta da corsa, 1906. Italia

Con una bici di questo tipo appare per la 1° volta la livrea BIANCOCELESTE: l’inconfondibile colore della Bianchi da corsa che diverrà famoso sulle strade e piste di tutto il mondo.
Già verso la fine della seconda metà del 1800 Edoardo Bianchi si dedica alla costruzione di velocipedi, carrozzelle per malati e strumenti di precisione. Fino al 1888 Bianchi produce soprattutto biciclette ed è la prima in Italia ad adottare gomme pneumatiche. Si distinguerà in seguito anche per la produzione di motociclette ed automobili. E’ la marca italiana che in ambito sportivo ha collezionato più vittorie.

Note tecniche:

– Telaio con tubi vuoti (innovazione che offriva più leggerezza e maggiore resistenza alla flessione/torsione )
– Freni alle 2 ruote: anteriore a tampone sul pneumatico (detto a “pressello”), posteriore a pinze sul cerchio, brevetto GEAL.
– Cerchi di legno PALMER.
– Mozzi di rivoluzionaria concezione per lo smontaggio ed inversione rapidi della ruota .
– Oliatore a 2 orifizi sul movimento centrale.
– Pignone doppio: ruota libera e ruota fissa
– Sella BIANCHI, montata su canotto reggisella a tubo orizzontale (per un’ampia escursione nell’impostazione della distanza fra manubrio e sella).
– Corona – guarnitura a grande dentatura per gare in circuito o pista.

BI064

Sponsor
Amici del Museo