Alfa Romeo, 1923, RL

Alfa Romeo “RL” – 1923

La RL fu concepita nel 1920 con le specifiche richieste della normativa per la nuova formula “3000” per le corse internazionali, che sarebbe entrata in vigore nel 1921. Prodotta in sette serie e quattro modelli (stradali e competizione) fino al 1927, la vettura raccolse numerosi successi sportivi, fra i quali la vittoria assoluta alla Targa Florio del 1923 con la RL Targa Florio guidata da Ugo Sivocci.

La vettura del Museo presenta ancora lo stemma Alfa Romeo senza la corona di alloro, che verrà incorporata solo nel 1925 alla conquista del Campionato Mondiale. Questa vettura fu venduta come autotelaio nudo (una prassi consolidata all’epoca per le vetture di maggiore importanza) in Australia, dove fu dotata di una carrozzeria torpedo costruita dalla Carrozzeria Martin King di Melbourne. Il tergicristallo è manuale, comandato dall’abitacolo; il clacson è elettrico, ma la vettura è provvista anche di una tromba azionabile a mano: sovente, infatti, la batteria non aveva autonomia sufficiente. Lo specchietto retrovisore è collocato sulla parte posteriore del fanale alla destra dell’autista.

Luciano Nicolis racconta: “Questa vettura proviena dall’Australia, è molto affidabile, ho fatto parecchi raduni compreso il giro di Sardegna e la Sicilia. La ritengo molto significativa”.

1989, il 21 maggio, guidata da Luciano Nicolis, partecipa al raduno “Città di Ferrara”.

Si ringrazia per la galleria fotografica Ivano Mercanzin.

Veicolo
Marca: Alfa Romeo
Modello: RL Normale
N. Cilindri / Cilindrata: 6 in linea/2916 cc
Potenza: 56 CV a 3200 g/min
Velocità: 110 km/h
Lunghezza: 4960 cm
Larghezza: 1690 cm
Altezza: 1650 cm
Periodo di produzione: 1922-1925
Esemplari prodotti: 1.315
Carrozzeria:
Marca: Martin King
Tipo: Torpedo
Sponsor
Amici del Museo