Concorso di Eleganza “Verona Legend Cars”

Auto d’epoca leggendarie nella città di Giulietta e Romeo

Auto d’epoca leggendarie nella città di Giulietta e Romeo
A Verona domenica 28 settembre il Concorso di Eleganza
“Verona Legend Cars”
Fra le protagoniste la Bugatti Tipo 49 del Museo Nicolis di Villafranca

www.legendcarsverona.it

Villafranca, 22 settembre 2014 – Ci saranno auto d’epoca leggendarie come Bugatti, Isotta Fraschini, Ferrari, Maserati… e sfileranno in una città leggendaria quale Verona, la meta più visitata dopo Roma, Firenze, Venezia. Si preannuncia come un evento entusiasmante “Verona Legend Cars”, il Concorso di eleganza che si terrà il 28 settembre nella città scaligera e che vedrà le star del motorismo d’epoca darsi appuntamento in Piazza dei Signori.

Promosso dalla Fiera di Verona e da Intermeeting, Verona Legend Cars sarà un appuntamento – nelle parole di Mario Carlo Baccaglini, patron della fiera Auto e Moto d’epoca – ”all’insegna del bello e di una passione che in Italia e all’estero cresce sempre di più, soprattutto fra i giovani”
Ne sono convinti non solo i promotori ma anche i Partner che daranno vita a questo evento, destinato a riaccendere la passione per il motorismo e per tutto quello che in termini di storia, cultura e bellezza ruota attorno a questa parola. Fra i sostenitori, inutile dirlo, il Museo Nicolis di Villafranca, oggi uno dei più importanti Musei privati in Italia e in Europa, che ha contribuito in modo importante alla tutela dei valori del motorismo e che ogni giorno, attraverso la propria attività, celebra questo grande capitolo dell’industria e del talento italiani.

Al Concorso di Eleganza il Museo parteciperà con una delle sue grandi macchine, la Bugatti Tipo 49. Poche note sono sufficienti per ricordarne il passato e le caratteristiche straordinarie: La “Tipo 49” venne presentata al Salone di Parigi del 1930; è ritenuta l’ultima Bugatti progettata da Ettore, che poi lascerà le redini dell’azienda al figlio Jean.
Erede della “Tipo 44”, la vettura ha il motore con un albero a camme in testa, tre valvole per cilindro e la doppia accensione. Le belle ruote in alluminio hanno il tamburo dei freni incorporato.
Classica Bugatti da turismo, la “Tipo 49” ricevette diversi tipi di carrozzeria (berlina, convertibile, coupè) sia di costruzione Bugatti sia dei più importanti carrozzieri dell’epoca.
La vettura del Museo fu guidata dal grande pilota francese Louis Chiron in occasione del Rally Internazionale di Chioggia nel 1964.

“Siamo orgogliosi che questa manifestazione prenda vita proprio a Verona, una città che ha avuto e ha un ruolo importante nella storia del motorismo e che anche in tempi recenti ha saputo cogliere le grandi fascinazioni delle auto d’epoca. Basti pensare, ad esempio, alla manifestazione “Operauto” che lo scorso anno ha visto splendide quattro ruote d’epoca salire da protagoniste sul palcoscenico dell’Arena”- ha commentato Silvia Nicolis, Presidente del Museo di Villafranca

Il Museo, a pochi chilometri da Verona, custodisce alcune delle più importanti collezioni di auto e di mezzi di trasporto degli ultimi due secoli. Fondato nel 2000 dall’industriale e collezionista veronese Luciano Nicolis, che ha fatto confluire in questa opera la sua passione per la meccanica e il recupero “in tutte le sue forme”, il Nicolis offre ai visitatori di tutto il mondo una collezione di centinaia di auto, tutte funzionanti e che a vario titolo hanno segnato la storia del motorismo internazionale.
Fra i tesori che si possono ammirare a Villafranca basti ricordare la Motrice Pia del veronese Enrico Bernardi (il primo motore a scoppio funzionante a benzina), la prima auto Dreirad del tedesco Benz, le vetture che hanno segnato l’evoluzione della moderna motorizzazione (come la Scat del 1909; la Itala tipo 50 del 1920; la Isotta Fraschini del 1929; la OM Superba del 1929, l’Alfa Romeo RM Zagato e quella 1750 del 1931; la Lancia Lambda del 1928; la Lancia Astura Mille Miglia (unica al mondo, realizzata appositamente per Gigi Villoresi con il contributo della carrozzeria Castagna) e veicoli dei marchi conosciuti in tutto il mondo. Si aggiungano, nei 4 piani e 6000mq del Museo, 130 motociclette di “culto”, oltre 100 biciclette che ripercorrono la storia della due ruote a pedali e, ancora, strumenti musicali, macchine fotografiche e per scrivere e, di recente, la nuova area “Vintage” con accessori da viaggi e gioielli d’epoca.

Nel 2014, nel quadro del processo di internazionalizzazione, il Museo Nicolis ha partecipato ad alcuni dei più prestigiosi raduni internazionali. Basti ricordare, ad esempio, il prestigioso Classic Car Days di Joachen, in Germania che ha registrato oltre 7000 auto e 35.000 visitatori. Il Nicolis ha partecipato per la prima volta al Concorso con un simbolo indiscusso dello stile italiano, la OM SUPERBA 665 SSMM del 1931, riportata allo splendore originario con il contributo di Dino Cognolato e che in Germania è stata premiata con i Trofei “Best of Class – famous Elegance” e “Best preserved pre-war car”. Si tratta di riconoscimenti particolarmente preziosi perché ottenuti in un confronto con auto ed equipaggi di straordinaria levatura, provenienti da tutto il mondo.

Il 28 settembre la Bugatti Tipo 49 del Museo Nicolis salirà sulla passerella di “Verona Legend Cars” orgogliosamente, splendidamente, elegantemente…..come si conviene, inutile dirlo, a una vettura “leggendaria”.

Programma Domenica 28 settembre – www.legendcarsverona.it

9:30 – 10:30 Piazza dei Signori, esposizione auto
10:30 – 12:00 Sfilata delle auto d’epoca
14:30 – 15:30 Premiazioni

Sponsor
Amici del Museo