A Silvia Nicolis il Premio Giulietta 2019. Il prestigioso riconoscimento alla Presidente del Museo Nicolis.

Il Premio nasce con lo scopo di conferire un pubblico riconoscimento alle donne che si sono distinte nel proprio campo, grazie a passione e impegno professionale.

Silvia Nicolis riceve il Premio Giulietta 2019, quale eccellenza del tessuto imprenditoriale e manageriale veronese.

Con l’attribuzione di questo prestigioso riconoscimento, entra a far parte dell’esclusivo novero di donne straordinarie che l’hanno ricevuto: Carla Fracci, Silvana Giacobini, Mariele Ventre, Manuela Di Centa, Cecilia Gasdia, Anna Fendi, Tiziana Ferrario, Paola Pezzo, Moira Orfei, Alda Merini, Licia Colò, Gigliola Cinquetti, Federica Pellegrini, Katia Ricciarelli, Sara Simeoni, Maria Giovanna Elmi, Sofia Righetti, Marisa Laurito, Carolina Kostner e, infine, Sabrina Simoni.

Istituito nel 1991, il Premio Giulietta nasce con lo scopo di conferire un pubblico riconoscimento alle donne che si sono distinte nel proprio campo, grazie a passione e impegno professionale.

Il Comitato del Premio Giulietta 2019 ha infatti scelto di premiare l’imprenditrice Silvia Nicolis per essersi affermata nel panorama prima veronese e poi internazionale, in particolare nella gestione del prestigioso Museo Nicolis. Silvia Nicolis ha saputo infatti conciliare l’attività industriale nel Gruppo Lamacart, Azienda di Famiglia, con l’impegno nel Museo, assumendone la direzione sin dalla fondazione nel 2000, facendolo crescere ed elevandolo a impresa culturale di eccellenza, destinata a far conoscere nel Mondo la tradizione italiana per la tecnica, la meccanica e la vocazione per l’arte e la bellezza.

A Silvia Nicolis, in qualità di Presidente del Museo Nicolis dell’Auto, della Tecnica e della Meccanica di Villafranca, viene conferito il prezioso titolo durante la cerimonia ufficiale di premiazione sotto il balcone di Giulietta a Verona, con la consegna della statuetta dell’eroina shakespeariana, opera dello scultore Felice Naalin.

“È un grande onore ricevere questo prestigioso premio, già attribuito a donne di straordinario spessore professionale e grande personalità”, afferma Silvia Nicolis, Presidente del Museo: ”da veronese ne sono molto orgogliosa e ringrazio per aver scelto di conferire a me questo ambito titolo. Il Museo nasce dal sogno e dalla passione di mio padre Luciano, un sogno che ogni giorno alimentiamo diffondendo e promuovendo cultura, arte e il genio italiano. L’attribuzione del Premio Giulietta mi riempie di gioia per tante ragioni, in primis perché amo la nostra città”.

 

Nota per la redazione

Tra le più emozionanti e suggestive esposizioni private nel panorama internazionale, il Museo Nicolis di Verona narra la storia della tecnologia e del design del XX secolo.

Il riconoscimento dell’eccellenza gli deriva oggi dall’attribuzione del più ambito e prestigioso premio nel panorama mondiale dell’auto classica indetto dagli esperti del Magazine Octane: Museum of the Year 2018 a The Historic Motoring Awards.

La nascita del Museo si deve alla grande passione di Luciano Nicolis. La storia di una vita che ha trovato la sua collocazione in uno spazio espositivo di 6000 mq nel duemila, anno della sua inaugurazione. I suoi capolavori sono stati suddivisi in otto diverse collezioni con l’obiettivo di costruire un percorso organico, professionalmente qualificato e strutturato per soddisfare il visitatore più esigente. Il patrimonio delle collezioni è di grande spessore e rappresenta una realtà esclusiva: oltre 200 auto d’epoca, 110 biciclette, 100 motociclette, 500 macchine fotografiche, 100 strumenti musicali, 100 macchine per scrivere, aeromobili, oltre 100 volanti delle sofisticate monoposto di Formula 1 e innumerevoli opere dell’ingegno umano esposte secondo itinerari antologici, storici e stilistici.

Non è un caso che il Museo Nicolis rappresenti un “unicum” nel suo genere e venga indicato come emblematico della moderna cultura d’impresa.

I Nicolis, infatti, sono da oltre 80 anni imprenditori nel recupero di materie prime e secondarie. L’inizio risale al 1934 quando Francesco Nicolis, sensibile a ogni forma di risparmio e dotato di acuta sensibilità ambientale, decide di fare un esperimento molto avanzato di sostenibilità ed ecologia: raccogliere e riutilizzare la carta da macero. Sotto la spinta del figlio Luciano l’attività si espande velocemente e, all’inizio degli anni ’60, un ulteriore slancio trasformerà l’azienda di famiglia in un gruppo leader in Europa per il recupero della carta e un sicuro punto di riferimento nel settore dei servizi ambientali internazionali. Oggi il Gruppo Lamacart-Museo Nicolis è gestito con passione e competenza dalla terza generazione, rappresentata da Silvia e Thomas Nicolis. Silvia Nicolis ricopre il ruolo di vice presidente di Museimpresa, l’associazione che fa capo ad Assolombarda e Confindustria per la valorizzazione del patrimonio di storia industriale italiana.

 

PRESS OFFICE Giulia Brandiele

press@museonicolis.com M. +39 342 9158700

 

Dove: Museo Nicolis | Villafranca di Verona | Viale Postumia, 71

Quando: Aperto dal Martedì alla Domenica. Chiuso il Lunedì.

Orario: continuato 10-18

Contatti: info@museonicolis.com

tel +39 045 6303289 / 6304959 fax +39 045 7979493

Sponsor
Amici del Museo